La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Politica

L’8 marzo Alessandra Todde va in Abruzzo per chiudere la campagna elettorale di D’Amico


	<strong>Il candidato del Campo largo in Abruzzo, Luciano D&rsquo;Amico</strong>
Il candidato del Campo largo in Abruzzo, Luciano D’Amico

Il governatore uscente Marsilio: «Non ho paura, l’unica donna sarda che temo è mia moglie»

03 marzo 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Mentre in Sardegna è ancora in corso il conteggio nei tribunali delle schede non scrutinate il 26 febbraio e il centrodestra non nasconde la speranza di un improbabile ribaltone, la governatrice in pectore Alessandra Todde conferma l’imminente trasferta in Abruzzo (l’8 marzo, per la chiusura della campagna elettorale) a sostegno del candidato Luciano D’Amico, il rettore che ha unito tutte le forze di centrosinistra e M5s e sfida alle imminenti elezioni regionali il governatore uscente Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, sostenuto dal centrodestra.

Alla notizia che la Todde andrà in Abruzzo, Marsilio ha commentato che avrebbe preferito riceverla quando «era sottosegretaria allo Sviluppo economico, qui dovevamo affrontare i problemi di tante aziende in difficoltà e il Governo non ci ha aiutato». Poi sul sostegno della Todde al competitor D’Amico: «Non credo che qui possa esserci un effetto domino. E non ho "paura" di Alessandra Todde. L’unica donna sarda che temo – ha aggiunto Marsilio – è mia moglie». Il presidente dell’Abruzzo è infatti sposato con Lucia Fois, di origine sarda ma da sempre residente nella Penisola, prima a Roma e poi in Abruzzo.

Medioriente

Media arabi: «L’Iran attacca Israele con decine di droni»

Le nostre iniziative