La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Politica

Oggi la proclamazione, Alessandra Todde alle prese con la formazione della Giunta

di Umberto Aime
Oggi la proclamazione, Alessandra Todde alle prese con la formazione della Giunta

La Corte d’appello confermerà la vittoria della candidata del Campo largo. Dopo la convention di Oristano, la coalizione deve scegliere i 12 assessori

20 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Oggi la Corte d’appello metterà il sigillo sulla vittoria il 25 febbraio di Alessandra Todde, candidata alla presidenza dal Campo largo, su Paolo Truzzu del centrodestra. Dovrebbe confermare anche il distacco fra i due: poco più di 3mila voti. Con lo stesso verbale, l’Ufficio centrale proclamerà anche gli altri 58 consiglieri regionali della XVII legislatura. Ecco chi saranno i 36 della coalizione di maggioranza, composta dal centrosinistra e dai 5Stelle. Dopo la convention di lunedì a Oristano, nuova accelerata per i 12 assessorati.

Pd/11 seggi Primo assoluto nella classifica elettorale, con oltre 94mila voti, il Pd ha già deciso all’unanimità chi sarà il capogruppo: Roberto Deriu, eletto a Nuoro, che esce così dalla corsa per la presidenza del Consiglio regionale. Dove, invece, sembra essere destinato Piero Comandini, Cagliari, ma poi dovrà dimettersi da segretario del partito, visto che lo statuto dem non ammette il doppio incarico. Dovrà fare lo stesso anche il presidente del Pd, Giuseppe Meloni, eletto in Gallura, se entrerà a far parte della Giunta, come assessore al bilancio e vicepresidente della Regione. Il gruppo sarà composto anche dai rieletti Valter Piscedda, Cagliari, e Salvatore Corrias, Ogliastra, dai rientranti Gigi Piano, Medio Campidano, e Antonio Solinas, Oristano, e dagli esordienti Camilla Soru, Cagliari, Antonio Spano e Carla Fundoni, eletti nel collegio di Sassari, e Alessandro Pilurzu, Sulcis-Iglesiente. Il Pd punta ad avere quattro assessorati, ma potrebbe scendere a tre, più sempre la presidenza del Consiglio regionale.

M5s/8 seggi Emanuele Matta, l’ottavo, eletto nel Medio Campidano l’ha piazzato sul filo di lana, soffiandolo al Pd e ai socialisti. Poi sarà composta, oltre che da Alessandra Todde, dai riconfermati Desirè Manca, Sassari, che con oltre 9mila preferenza è stata anche la più votata negli otto collegi elettorali, Michele Ciusa, Cagliari, Alessandro Solinas, Oristano, e Roberto Li Gioi, Gallura. I due esordienti, oltre a Todde e Matta, sono Gianluca Mandas, Cagliari, e Lara Serri, Nuoro. L’obiettivo del Movimento è avere due deleghe in Giunta e in entrambi i casi potrebbero essere due dei consiglieri rieletti. Altre due nomine dovrebbero essere una prerogativa della presidente (sanità e trasporti), ma potrebbe rinunciare a una per far quadrare i conti.

RossoVerdi/4 seggi Sono i rieletti Antonio Piu, Sassari, Maria Laura Orrù, Cagliari, e Diego Loi, Oristano, più Giuseppe Dessena, Nuoro, già assessore alla cultura nella giunta Pigliaru. Come terza forza della coalizione, vorrebbero due assessorati, sono in corsa Piu e Orrù, ma sarà difficile. Dovranno scegliere fra lavori pubblici e urbanistica.

Uniti/3 seggi Sono tutti esordienti Giuseppe Frau, Cagliari, Valdo Di Nolfo, Sassari, e Sebastian Cocco, Nuoro. Per la civica, un assessorato è sicuro e potrebbe essere quello alla cultura.

Orizzonte/3 seggi Oltre al ritorno in aula di Franco Cuccureddu, eletto a Sassari, che potrebbe essere anche l’assessore al turismo, potrà contare su Sandro Porcu, Cagliari, e Salvatore Cau, Oristano.

Progressisti/3 seggi Oltre ai rieletti Francesco Agus, Cagliari, e Gianfranco Satta, Sassari, Ivan Pintus, Nuoro. Un assessorato è sicuro, quale non lo sanno ancora.

Sinistra futura/3 seggi Dal ritorno di Luca Pizzuto, eletto nel Sulcis, al taglio del nastro per Paola Casula, Cagliari, e Giuseppino Canu, Oristano. Si sarebbero fatti avanti per la delega al lavoro.

Psi/1 seggio Il secondo consigliere è sfumato per pochi voti, l’unico socialista in Aula sarà Lorenzo Cozzolino, eletto a Cagliari, e che per ora dovrebbe entrare a far parte del Gruppo Misto. Tra l’altro sarà lui a presiedere la seduta inaugurale: è il consigliere più anziano per età. 

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative