La Nuova Sardegna

Politica

Fondo di coesione, Alessandra Todde: «Bisogna evitare tagli fino a 300 milioni»

La governatrice della Regione Sardegna Alessandra Todde in consiglio regionale
La governatrice della Regione Sardegna Alessandra Todde in consiglio regionale

La presidente della Regione: «Ne parlerò con il ministro Raffaele Fitto, non possiamo perdere quei soldi a causa della cattiva programmazione»

16 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari  Un incontro con il ministro degli Affari europei e politiche di coesione Raffaele Fitto per «rinegoziare alcune chiusure sulla vecchia programmazione del Fondo di sviluppo e coesione, per evitare che ci vengano decurtati tra gli 80 e i 300 milioni di euro a causa di una cattiva programmazione e di una cattiva spesa». Lo ha annunciato la presidente della Regione Alessandra Todde a margine della presentazione delle candidature del M5s per le prossime elezioni europee. «Ho ricevuto la sollecitazione da parte del ministro per un incontro per la nuova programmazione e bisognerà ovviamente portare una visione organica di come deve essere impegnato il fondo di sviluppo e coesione». Si tratta di fondi che verrebbero a mancare dalla prossima programmazione «soldi non spesi nella vecchia programmazione che ci verrebbero riconosciuti nella nuova ma che di fatto rappresentano un taglio –  ha aggiunto Todde -. Stiamo discutendo, abbiamo una negoziazione in corso per la cifra. Certamente non è il modo migliore per iniziare una nuova programmazione comunitaria, vorremmo iniziare con tutti i soldi spesi per avere la possibilità di chiederne di più per i progetti che dobbiamo portare avanti, invece che giustificare quello che non è stato fatto nella precedente legislatura».

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative