La Nuova Sardegna

Sassari

Violenze sui disabili, Peru (Pdl) respinge le accuse

Violenze sui disabili, Peru (Pdl) respinge le accuse

Il consigliere regionale, agli arresti domiciliari da giovedì per l’inchiesta sui maltrattamenti ai malati di Alzheimer, ha respinto tutte le accuse davanti al gip Carla Altieri - VIDEO

07 agosto 2012
1 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Ha respinto tutte le accuse davanti al Gip del Tribunale di Sassari Carla Altieri, Antonello Peru, il consigliere regionale del Pdl agli arresti domiciliari da venerdì scorso per l’inchiesta della Procura di Sassari sui maltrattamenti ai malati di Alzheimer che aveva portato all’arresto di 15 persone, tra cui il neurologo di Ittiri Giuseppe Dore e altri tre medici. L’interrogatorio, iniziato a fine mattinata, è durato oltre due ore. Gli avvocati del consigliere regionale di Sorso, hanno consegnato al giudice un lunga memoria difensiva in cui vengono esposte le ragioni per le quali chiedono hanno chiesto al giudice la revoca degli arresti domiciliari. Il Gip si è riservato e deciderà nelle prossime ore. Gli avvocati Marco Enrico e Luigi Esposito hanno contestato l’accusa di associazione a delinquere rivolta al loro assistito dal sostituto procuratore Michele Incani e tutte le circostanze in cui Peru avrebbe agito per favorire l’Aion. Per i difensori, il consigliere regionale del Pdl non avrebbe avuto inoltre alcun potere per influenzare le decisioni della Asl di Sassari nè della Regione. Ieri aveva lasciato il carcere Marinella D’Onofrio la neurologa che collabora da anni con il principale indagato Giuseppe Dore.

In Primo Piano
Monta la protesta

Agricoltori e allevatori sardi si mobilitano: il 17 giugno comincia il “mese della collera” contro i danni della siccità

Le nostre iniziative