«Amnistia per i prigionieri Corsi»

Approvata all’unanimità la mozione di solidarietà portata dall’Irs

SASSARI. «Un’occasione per avviare una forma di sensibilizzazione verso le autorità francesi, affinché si possa favorire il processo di pacificazione e incoraggiare azioni che consentano di superare il fenomeno di discriminazione politica». Così il sindaco Sanna ha commentato l’approvazione all’unanimità, ieri in consigio comunale, della mozione che impegna la Giunta a sostenere le iniziative del popolo corso per la concessione dell’amnistia ai prigionieri politici e indagati per fatti precedenti al 25 giugno 2014.

«In tutta Europa i provvedimenti di clemenza hanno contribuito a sanare i conflitti – ha sottolineato Simone Maulu, il portavoce di Irs, promotore della mozione, portata nelle aule dei consigli di tutta l’Isola– l’amnistia chiuderebbe un ciclo di lotte, anche violente, durato oltre quarant’anni e ne aprirebbe uno nuovo. L’obiettivo è la creazione di una macroregione europea che faccia valere il principio di insularità ed esalti l’autodeterminazione dei popoli». L’amnistia, dopo le elezioni regionali che hanno visto la vittoria degli indipendentisti, è sostenuta dall’intera società Corsa assieme ad oltre centosessanta comuni, l’università di Corsica, molti intellettuali e rappresentati istituzionali.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes