La Nuova Sardegna

Sassari

operazione di polizia

Tratta delle schiave bambine un nigeriano fermato in città

SASSARI. C’è anche un cittadino nigeriano residente a Sassari tra le persone arrestate dalla polizia perché ritenute componenti di una organizzazione criminale a carattere transnazionale, con basi in...

24 dicembre 2016
1 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. C’è anche un cittadino nigeriano residente a Sassari tra le persone arrestate dalla polizia perché ritenute componenti di una organizzazione criminale a carattere transnazionale, con basi in Nigeria, Libia ed Italia, che faceva arrivare dalla Nigeria ragazze da avviare alla prostituzione. In manette sono finite tre persone tra Catania, Bologna e Sassari. Gli agenti delle squadre mobili delle tre città hanno operato su delega della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Catania. I fermati sono Elvis Osazee, di 30 anni, fermato a Bologna insieme alla compagna Gift Osayande, di 32, e Ken Eghisa Omaragbon, di 32, fermato a Sassari. Sono gravemente indiziati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di tratta di persone in danno di connazionali, anche minori, di tratta di esseri umani con l’aggravante della transnazionalità e, a vario titolo, di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione. Il provvedimento restrittivo è stato emesso al termine di una indagine avviata dalla Squadra Mobile del capoluogo etneo nell’aprile del 2016 in seguito delle dichiarazioni di una minorenne nigeriana arrivata nel porto di Catania con altri migranti.

In Primo Piano
La tragedia

Terribile schianto nella notte: due morti e due feriti a Escalaplano

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative