La Nuova Sardegna

Sassari

chiaramonti

Dislessia e inclusione, docenti ed educatori a confronto

CHIARAMONTI. Un disturbo specifico dell’apprendimento che si può superare adottando strumenti da cui tutti gli alunni, e non solo i bambini dislessici, possono trarre benefici. Di dislessia e di...

25 marzo 2017
2 MINUTI DI LETTURA





CHIARAMONTI. Un disturbo specifico dell’apprendimento che si può superare adottando strumenti da cui tutti gli alunni, e non solo i bambini dislessici, possono trarre benefici. Di dislessia e di metodi per una didattica inclusiva si è parlato nella sala consiliare con la presidente dell’Aid di Sassari Letizia Di Nora; l’insegnante Immacolata Cossu, referente dello sportello Aid per l’Istituto comprensivo “S.Satta - A. Fais” di Perfugas; Maria Antonietta Meloni, docente d’inglese all’istituto alberghiero di Sassari ed esperta di strategie didattiche alternative inclusive; Giorgia Carbini, docente di matematica e scienze nella scuola secondaria di Trinità D’Agultu; il dirigente scolastico di Trinità Giovanni Carmelo Marras; il sindaco di Chiaramonti Marco Pischedda; Giovanni, del gruppo giovani Aid di Sassari, che ha portato la sua esperienza di studente dislessico. Un incontro voluto dall’amministrazione comunale, dall’istituto comprensivo che, come ha precisato Marras «è già Centro territoriale per l’inclusione (Cti)», e l’associazione italiana dislessia sezione di Sassari per sensibilizzare su un disturbo che causa difficoltà nella lettura o nella letto-scrittura e nei quali confronti si avverte ancora un certo riserbo, con la conseguenza che un ritardo nella diagnosi, o nella sua accettazione, non fa altro che aumentare e prolungare le difficoltà nello studio incrementando anche la dispersione scolastica. Come ha detto il sindaco, e hanno ribadito gli altri relatori, i bambini dislessici «possono essere una risorsa quando vengono concordati metodi didattici adatti alle loro necessità ma che poi si rivelano utili a tutti per un più facile apprendimento». «È importante che di dislessia si parli sempre di più e in maniera sempre più capillare come si fa con i molti sportelli nel territorio affinché le difficoltà non sotterrino il tesoro che c'è in ogni bambino». La sperimentazione di inclusione didattica sugli organizzatori grafici messa a punto da Maria Antonietta Meloni e condotta nella scuola di Trinità, e di cui si è parlato nell’incontro di Chiaramonti, è stata presentata al convegno nazionale Sos dislessia di Napoli e inserita nella piattaforma del progetto “Dislessia amica”. Per info: Letizia Di Nora numero 392 3407521, Aid Sezione di Sassari Scuola Pitagora Via G. Asproni, 29 Sassari. Email: sassari@aiditalia.org sito web: http://sassari.aiditalia.org.

Letizia Villa

In Primo Piano
Caos trasporti

Crash informatico: ecco che cosa sta succedendo negli aeroporti della Sardegna

di Salvatore Santoni

Video

L'avvocato Gianfranco Piscitelli: «Ecco come è stato occultato il cadavere di Francesca Deidda»

Le nostre iniziative