Mattarella a Sassari, dopo l’Ateneo la visita a Segni e Cossiga

Ancora riservato il programma della giornata sassarese del presidente. Sicura la tappa al cimitero per rendere omaggio alle tombe dei predecessori

SASSARI. Macchina organizzativa a pieno regime per preparare al meglio la prima volta del presidente Sergio Mattarella a Sassari, in occasione dell’inaugurazione del 458° anno accademico dell’università. Ancora riservato il programma della giornata che, per questioni di sicurezza, verrà divulgato solo poco ore prima dell’arrivo del presidente.

Quel che è certo è che Mattarella arriverà in Sardegna nell’aeroporto militare di Alghero la mattina del 24, e da lì si trasferirà direttamente nell’aula magna dell’università dove troverà ad attenderlo il rettore Massimo Carpinelli artefice, con l’importante appoggio di Mariotto Segni, del “colpo” che ha consentito all’Ateneo (e alla città) di fregiarsi dell’importantissima visita. Nato da un incontro in Quirinale lo scorso ottobre, per una giornata di studio dedicata ad Antonio Segni. E andato in porto dopo due mesi di lavoro per mettere a punto tutti i particolari dell’importante visita.


La giornata inizierà intorno le 11, con l’aula di piazza università che sarà sigillata con almeno un’ora di anticipo con accessi rigorosamente su invito.

Il presidente parlerà, chiaramente, per ultimo, dopo i saluti di apertura del rettore Massimo Carpinelli, gli interventi del rappresentante del personale tecnico-amministrativo e del rappresentante degli studenti, la lectio magistralis di Carlotta Sami, portavoce per il Sud Europa dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.



Difficile avere altri dettagli sugli spostamenti. Anche se sembra certo che Mattarella troverà il tempo per una visita al cimitero per rendere omaggio alle tombe di due suoi predecessori, i presidenti sassaresi Antonio Segni e Francesco Cossiga. Probabilmente dopo il pranzo, con il Capo dello Stato che sarà ospite della prefetta Maria Luisa D’Alessandro, nel palazzo di piazza d’Italia. Luogo nel quale di presidente della Repubblica riceverà eventuali visite (nel 2017 a Cagliari incontrò i parenti delle vittime di due femminicidi, il fratello di Anna Maria Mele, uccisa il 3 dicembre 1988 a Nuoro dal marito Pier Paolo Cardia, e la sorella di Dina Dore).

Quasi impossibile invece trovare “l’incastro” che permetta al presidente di presenziare all’inaugurazione del nuovo monumento della Brigata Sassari in via di completamento in piazza Castello.

Fine dei lavori e taglio del nastro sono infatti in calendario per i primi di marzo, e anticipare tutto per permettere la prestigiosa benedizione del Presidente sarebbe assai complicato. E comunque non sembra che ci sia stata nessuna interlocuzione in merito.

Sergio Mattarella è il primo presidente a partecipare all’inaugurazione dell’anno accademico dell’università di Sassari. Prima di lui vennero in città in visita ufficiale in date simbolo dell’Ateneo Antonio Segni nel 1962 per i 400 anni dalla fondazione, e Giorgio Napolitano nel 2012 per i 450 anni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes