Spaccio di marijuana, due in manette

Blitz dei carabinieri in località Giagumona: sequestrati 800 grammi di droga

SASSARI. Vendevano marijuana nelle loro abitazioni nelle campagne di Sassari, in località Giagumona ma i loro movimenti non sono sfuggiti ai carabinieri. Due sassaresi di 54 e 30 anni sono stati arrestati dai militari della stazione di Sedini e del nucleo radiomobile di Valledoria, che seguendo un’indagine sullo spaccio di droga nella zona del basso Coghinas e dell’Anglona, sono arrivati fino all’agro di Sassari.

Durante gli appostamenti hanno notato un andirivieni di clienti dalle case dei due arrestati, entrambe nello stesso edificio. I militari hanno fatto irruzione nelle abitazioni e hanno trovato a casa di uno dei due arrestati tre etti di marijuana e nell’altro mezzo chilo della stessa, oltre a centinaia di euro in contanti e materiale per la coltivazione e il confezionamento della droga. I due, difesi entrambi dall’avvocato Antonio Secci, si trovano agli arresti domiciliari nell’attesa dell'udienza di convalida prevista per stamattina.

Durante i frequenti servizi di contrasto e repressione ai reati in materia di stupefacenti organizzati dalla Compagnia di Valledoria, erano sempre più numerosi i giovani consumatori, provenienti da Sassari, trovati in possesso di marijuana. Effettuando a ritroso il “percorso” dello stupefacente i militati guidati dal capitano Sergio Pagliettini, sono giunti fino alla zona di “Giagumona”, dove i classici, strani movimenti legati alla compravendita di stupefacenti hanno indotto i carabinieri ad intervenire. La marijuana rinvenuta, con ogni probabilità, era stata coltivata “a km zero” in un campo poco distante dalle abitazioni dei due, sul quale gli inquirenti hanno motivo di pensare che insistesse una piccola piantagione a gestione familiare.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes