Sassari, scoperto venditore abusivo di auto

Operazione della polizia stradale: multa da 21mila euro a 27enne sassarese che non aveva i requisiti

SASSARI. Non aveva più i requisiti per continuare a essere titolare di licenza ma vendeva tranquillamente le auto senza minimamente preoccuparsi di essere fuori legge. Il giovane. un 27enne di origini sassaresi - è stato scoperto dagli agenti della polizia stradale di Sassari e sanzionato con una multa da 21mila euro.

L’operazione rientra nell’ambito di una serie di attività di controllo che la Polstrada sassarese - guidata dal dirigente Inti Piras - ha messo in campo per contrastare in particolare l’azione di venditori di auto non autorizzati.


L’iniziativa è scattata dopo un attento screening dei venditori di auto della provincia di Sassari e grazie ai dati messi a disposizione dalla Camera di commercio. Sulla base delle valutazioni incrociate, gli investigatori hanno rilevato che il 27enne esercitava l’attività di commercio di auto in maniera totalmente abusiva. Dalle verifiche è emerso che aveva perso i “requisiti morali” di onorabilità che sono stabiliti dal Decreto legislativo 59/2010: in pratica la normativa stabilisce determinate qualità di accesso per l’esercizio delle attività commerciali subordinandole alla permanenza dei requisiti morali e all’assenza di condanne e misure di sicurezza adottate dall’autorità giudiziaria, o di provvedimenti disposti dal questore nell’ambito delle misure di prevenzione.

Nei confronti del commerciante sassarese è scattata la sanzione amministrativa di 21mila euro e la chiusura immediata dell’attività, il divieto a proseguire nelle operazioni di vendita beneficiando delle esenzioni (che sono invece previste per chi è in regola). É scattata anche la segnalazione alla Provincia per il recupero dell’imposta provinciale di Trascrizione e all’Aci per gli emolumenti di competenza. Gli investigatori stanno inoltre valutando le ulteriori violazioni amministrative e penali da portare all’attenzione anche dalla procura della Repubblica di Sassari. In pratica, l’indagine della polizia stradale - che ha mosso solo i primi passi - ha messo in evidenza una situazione che potrebbe riservare ulteriori sviluppi. Chi è titolare di licenza per la vendita di auto, infatti, ha la possibilità di effettuare i passaggi di proprietà a circa 40 euro anzichè a 300 e oltre. Si tratta di una modalità di esenzione che però è riconosciuta a chi è in regola con la licenza e quindi dimostri di avere i requisiti morali richiesti. Requisiti che e il 27enne sanzionato aveva perso ormai dal 2018.

Una indagine analoga - a quanto pare - la polizia stradale sta portando avanti anche per quanto riguarda l’uso di “targhe prova”. In molti casi, infatti, sarebbero state accertare iscrizioni fasulle, cioè non supportate dai requisiti richiesti e pratiche definite con documentazione falsa. Specie per quanto concerne l’indicazione di sedi legali che poi sono risultate inesistenti. Dai riscontri effettuati sarebbe risultato che nei luoghi indicati non solo la sede era chiusa ma non c’era proprio mai stata.

L’indagine sarebbe in pieno svolgimento e anche in questo caso sarebbero emerse violazioni con il ricorso a benefici che invece non sarebbero consentiti in quanto le attività non sarebbero regolari.

I controlli proseguiranno nelle prossime settimane per arrivare a definire i contorni reali del fenomeno che non riguarderebbe solo la provincia di Sassari

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes