“Isola dei Teatri”, il palcoscenico diventa il web

La venticinquesima edizione del festival, iniziato venerdì scorso, prosegue in maniera “virtuale”

SASSARI. Era partita con un’ottima partecipazione di pubblico, prima dello stop imposto dall’ultimo Dpcm, la venticinquesima edizione del Festival Internazionale del Teatro di Ricerca “Isola dei Teatri” nello Spazio S’Arza in via Sieni.

Il cartellone, che ora proseguirà via streaming, ha preso il via venerdì 23 con i padroni di casa della compagnia S’Arza che hanno proposto “All'ingresso del villaggio”, come chiusura della trilogia di spettacoli su "Muri, mura, porte" iniziata 2016. Nello spettacolo, guidato con mano ferma da Romano Foddai, il pubblico si è immerso in quadri pittorici in movimento uniti a canti e musiche evocative.

Il programma della prima parte del Festival è proseguito sabato 24 e domenica 25 con due spettacoli scritti e interpretati dal celebre Bustric utilizzando le più varie tecniche teatrali, dal gioco di prestigio, alla pantomima, al canto e alla recitazione, in un ritmo narrativo che ha riempito i suoi spettacoli di sorprese, di cose buffe e inattese: un vero e proprio teatro colorato e comico, a volte poetico, certamente unico. Nel suo primo spettacolo, dal titolo Moby Dick e il Circo delle pulci, andato in scena allo Spazio S’Arza sabato 24, Bustric ha voluto riportare in auge il circo delle pulci. Il secondo spettacolo, dal titolo La meravigliosa arte dell’inganno, andato in scena allo Spazio S’Arza domenica 25, è l’arte dell’illusione.

Il Festival Isola dei Teatri proseguirà con dirette streaming dallo Spazio S’Arza, attraverso il sito www.isoladeiteatri.it, o su Skype e Zoom. Sono previsti spettacoli dedicati ai bambini e alle loro famiglie come Bob Millebaci e La principessa delle nuvole del Teatro S’Arza, La dispettosa Biancaneve ed Edith, omaggio ad Edith Piaf della Bottega dei teatranti. Sarà presente anche Theandric – Teatro non violento con La vedova scalza, tratto dall’omonimo romanzo di Salvatore Niffoi e Mario Faticoni e Rita Atzeri del Crogiuolo di Cagliari con Suono di pietra. Il primo novembre è in programma, dalle 18, una serata di contributi artistici internazionali. Il teatro nazionale romeno Leira, il teatro nazionale albanese A.T.K., l’Università di Plovdiv e il Centro Universitario Teatrale dell’Università della Tuscia di Viterbo e tutte le compagnie che sono state protagoniste delle scorse edizioni proporranno dei corti teatrali di 10 minuti, rappresentati da ogni compagnia nel proprio paese di residenza che verranno diffusi in live streaming.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes