Rubate le attrezzature dei disabili

Furto nella sede della Sorgente. I volontari ai ladri: «Fate una buona azione, restituite tutto»

SASSARI. Quando lunedì mattina sono andati ad aprire la sede di via Bottego, nel quartiere di Latte Dolce, hanno stentato a crede ai loro occhi. Le attrezzature dell’associazione “La Sorgente” che servivano per rendere meno faticosa e più accettabile la vita di tanti disabili e degli anziani di cui i volontari si prendono cura con passione erano sparite durante la notte. Un furto, studiato nei minimi dettagli e messo a segno sicuramente da più persone che conoscevano bene i locali e sapevano come muoversi.

«In trent’anni di vita della nostra associazione – si rammarica il coordinatore Gavino Manunta – non era mai successa una cosa così grave, siamo distrutti moralmente».

I malviventi hanno portato via i sei gazebo utilizzati per la stagione balneare, un computer portatile, un video proiettore, un amplificatore portatile con microfono, un forno a microonde e la cassetta degli attrezzi. Attrezzatura acquistata nel tempo e con tanti sacrifici per far trascorrere qualche ora di svago ai disabili e agli anziani.

Per accedere ai locai dell’associazione di volontariato i ladri hanno prima forzato una porta carraia sul retro della sede, poi sono risaliti dalle scale interne e hanno divelto un portoncino blindato.

«È possibile che avessero un furgone – commenta Mario Serra uno dei volontari della Sorgente – ma non si può escludere che abbiamo nascosto la refurtiva qui vicino». Quando si sono resi conto dell’accaduto lunedì mattina i volontari hanno avvisato i carabinieri che hanno fatto un sopralluogo e avviato le indagini. «Signori ladri, mi rivolgo a voi – è l’appello di Gavino Manunta – spero che in qualche modo questo messaggio vi possa raggiungere e vi possa far riflettere. Con questo furto avete sbagliato più di tutte le altre volte, pensateci bene – prosegue Manunta – avete reso infelici persone estremamente fragili, indifese e buone. Persone che soffrono da sempre a cui voi avete aggiunto ancora sofferenza e avete spento il sorriso». Fondata nel 1991, l’associazione di volontariato “La Sorgente” lotta da quasi trent’anni contro ogni forma di pregiudizio ed esclusione, accogliendo disabili fisici e mentali, anziani, emarginati e famiglie. «Mi auguro che qualche persona possa recapitare il nostro appello a chi ha portato via le attrezzature – concludono i volontari – e possa far riflettere chi ha commesso questo furto. A volte i miracoli succedono, magari il miracolo di farvi ritornare sui vostri passi – è l’appello rivolto ai ladri – pentirvi e in qualche modo riportare la refurtiva. Sarebbe la più bella azione della vostra vita e riportereste il sorriso sui volti di tanti sofferenti. Sarebbe il modo migliore per festeggiare l’imminente arrivo del Natale, pensateci».

©RIPRODUZIONE RISERVATA



WsStaticBoxes WsStaticBoxes