All’Alberghiero è il giorno dell’open day virtuale

L’Istituto di via Cedrino presenta oggi a studenti e famiglie l’offerta formativa Tour tra sale e laboratori della scuola che mette a disposizione anche un convitto

SASSARI. Una scuola che prepara a una professione, un team di docenti motivato che sta al fianco degli studenti e li trascina nell’apprendimento e che vede, tra gli altri, la new entry Fabio Zago, chef e docente della Scuola della Cucina Italiana che ha lavorato per anni con Gualtiero Marchesi. Una struttura moderna con laboratori attrezzati, ampi spazi, attività extra curricolari, momenti di aggregazione. Anche l’Istituto Professionale per i Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera di Sassari di via Cedrino si presenta con il suo open day virtuale per farsi conoscere come è: un luogo dove i ragazzi scelgono una strada e la trovano anche diversa da quella che avevano previsto. Perché con una salda formazione di base (ore di italiano e matematica nello stesso numero dei licei, ad esempio, due corsi di lingue straniere) sono preparati per iscriversi all’università.

Questo e molto altro trovano questa mattina, venerdì 22 gennaio, i ragazzi e le famiglie collegandosi dalle 9,30 alle 12,30 sul sito dell’istituto, ma anche su Facebook ed Instagram: cliccando sul link dedicato potranno ascoltare e dialogare con docenti che illustreranno l’offerta formativa e le attività di laboratorio, ma anche fare un tour a distanza e in panoramica nell’Alberghiero, vedere filmati, tutorial di cui uno apposito rivolto ai genitori per le modalità di iscrizione tche scadono il 24 gennaio.

Fondato nel 1959, è stato il primo Istituto Alberghiero della Sardegna e tra i primi in Italia. Mette a disposizione un convitto che ha permesso a diverse generazioni di allievi provenienti da tutta l’isola di poter frequentare, garantendo il diritto allo studio e affermarsi sia nel settore enogastronomico sia in quello turistico - alberghiero. Un convitto, situato in via Piave, al centro della città, che è a disposizione anche degli studenti fuori sede di altri istituti superiori.

«La nostra scuola, nel corso di oltre sessanta anni di vita, ha formato e continua a promuovere tutte quelle professionalità indispensabili a un settore assolutamente strategico per l’isola – afferma Antonietta Piras, che da questo anno scolastico dirige la scuola - un settore destinato a continuare a garantire sviluppo economico ed occupazione stabile in Sardegna. La scuola punta a formare professionisti aperti all’innovazione e contemporaneamente in grado di saper leggere le importanti opportunità presenti nella nostra isola».

Una scuola che sostiene la formazione dei propri studenti anche con il confronto con istituti alberghieri italiani e stranieri e che, secondo il rapporto Eduscuola 2018, ha il maggior indice di occupazione nel settore servizi della zona, con gli allievi che trovano un lavoro coerente con il percorso di studi seguito.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes