Valledoria, al via la lotta all’abusivismo edilizio

In corso un censimento per catalogare l’esatto accatastamento degli immobili Il sindaco: «Le tasse devono essere pagate in base alla reale destinazione d’uso»

VALLEDORIA. Un punto fermo dell'amministrazione del sindaco Marco Muretti e della sua giunta per i prossimi cinque anni sarà contrastare l'abusivismo edilizio in paese. Durante l'esposizione del bilancio comunale, al termine della quale è stato approvato un documento di previsione triennale 2021 di 31milioni e 559mila euro, il sindaco ha messo l'accento sul fatto che tutti i cittadini dovrebbero pagare le tasse, in particolare per quanto riguarda quelle sul possesso e sulla proprietà dei beni immobili. I tre consiglieri di minoranza presenti, Mariolina Satta, Francesco Piroddu, ed Ettore Puttolu (era assente Maurizio Baduena), al momento del voto si sono astenuti.

Per quanto riguarda i dettagli del documento approvato, per il 2021 sono previste saranno maggiori entrate e spese per l'arredo urbano e per la pulizia dell'ambiente: «Agiremo con maggiori risorse rispetto agli anni passati – ha esposto Marco Muretti durante la lettura del bilancio di previsione – soprattutto per potenziare il settore ambiente e in particolare la pulizia delle spiagge e del territorio. Per l’imminente estate, in accordo con la ditta appaltatrice, renderemo operativa una squadra di pronto intervento per i disagi relativi ai rifiuti ingombranti».

Un altro punto fermo dell'amministrazione sarà, come detto, quello di combattere e contrastare l'abusivismo edilizio in paese: «Al fine di aumentare le entrate tributarie – ha precisato il sindaco Muretti – stiamo effettuando un lavoro di censimento edilizio, con particolare riguardo a quegli immobili che non sono stati accatastati oppure sono stati accatastati con un’altra destinazione d'uso. Ci sembra giusto sottolineare – ha aggiunto il sindaco – che per un principio di equità tutti i nostri concittadini debbano pagare le imposte in base all'accatastamento e alla destinazione d'uso dei propri immobili».

Altro punto cardine dell'amministrazione capeggiata da Muretti sarà inoltre quello di far lavorare chi percepisce il reddito di cittadinanza: «I percettori del reddito di cittadinanza – ha detto il sindaco – dovranno collaborare con l’amministrazione comunale per mantenere pulito il paese». Sempre per contrastare il fenomeno dei rifiuti gettati fuori dai cassonetti, verranno stanziati dei fondi per acquistare delle foto-trappole che verranno dislocate in diverse aree del paese. «Anche per quest’anno – ha dichiarato il primo cittadino di Valledoria – non ci sarà nessun aumento di Imu e Tari; come disposto dalla legge, verrà invece introdotto invece il canone patrimoniale unico che sostituirà le entrate minori quali Tosap (occupazione suolo pubblico) e imposta sulla pubblicità».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes