Tromba d’aria a Ozieri, gravi danni alla Fiera

La struttura di San Nicola è utilizzata come hub vaccinale, per fortuna era chiusa. Decine di interventi dei vigili del fuoco: albero su un’auto, conducente illeso

OZIERI. Una tromba d’aria arrivata da nord-ovest è passata ieri mattina alla periferia di Ozieri causando in pochi minuti danni importanti. Per fortunanessuna conseguenza per le persone.

Prima le nubi nere - verso mezzogiorno - poi un vento improvviso che ha attraversato soprattutto il quartiere San Nicola creando notevoli danni alla struttura fieristica che ospita in questo periodo l’hub vaccinale.

Il vento ha sollevato le tegole dai tetti più alti di alcuni palazzi e fatto crollare sulla strada Ozieri-Martis tre grossi rami di Eucaliptus, finiti sulla parte anteriore di una vettura che transitava in quel momento. L’anziano autista, a bordo insieme alla moglie, è stato tempestivo nell’arrestare l’automezzo e innestare la retromarcia ma per fortuna a colpire la macchina sono state le frasche che hanno incrinato il parabrezza e non hanno causato danni agli occupanti. È stato il primo intervento dei tanti dei vigili del fuoco di Ozieri.

Ma i danni maggiori si sono avuti nel quartiere fieristico e la forza imponente del vento si è potuta misurare con l’abbattimento della tettoia sorretta da un muro di mattoni rossi e da quattro pilastri in ferro, sollevata e scaraventata a terra. La struttura più interessata dal disastro è stato il “Palazzo Rosa” che ospita il servizio veterinario e che attualmente è sede dell’hub vaccinale.

La copertura in cui insistono i pannelli solari è stata divelta e scaraventata a terra così come già successo nel febbraio di due anni fa e una grande quantità d’acqua si è riversata all’interno dei locali. Il tempestivo intervento dei tecnici della ditta che ha la manutenzione dell’impianto è stato utile per mettere in sicurezza lo stabile ma sarà necessario adesso eseguire ulteriori verifiche per capire se si potrà continuare la campagna vaccinale.

«Siamo subito venuti qui per capire cosa è successo e cosa si potrà fare – ha detto il sindaco Marco Murgia – ma solo domani mattina (oggi, ndc) insieme ai tecnici dell’Ats sapremo se non ci sono stati danni alle apparecchiature e se ci saranno le condizioni per proseguire, cosa che mi auguro davvero. Nella drammaticità della situazione mi conforta il fatto che tutto è successo oggi, con l’hub chiuso perché non oso pensare a cosa sarebbe potuto succedere in un giorno con il massiccio afflusso di gente».

I tecnici comunali immediatamente giunti sul posto hanno dato disposizioni agli operai comunali per transennare le zone interessate dai danni mentre una squadra dei barracelli ha piantonato l’ingresso che verrà chiuso in modo che nessuno possa entrare sin che la zona non verrà messa in sicurezza e dichiarata nuovamente agibile.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes