Pattada mette in vetrina i suoi prodotti tipici in Slovacchia

PATTADA. Un gemellaggio con la Slovacchia per promuovere la Sardegna. Questo l’intento dell’accordo firmato tra il Comune di Pattada e gli organizzatori dell’ottavo festival “Viva Italia” che si terrà a Poprad dal 25 al 28 agosto.

In primo piano per Pattada il coltello, simbolo principe del paese, e i prodotti gastronomici. «Una vetrina di alto livello per Pattada – ha detto il sindaco Angelo Sini – che permetterà di rafforzare i rapporti con un Paese che può dare tanto alla nostra isola». Oltre Pattada, Città del coltello, protagonisti del festival anche Monti, comune capofila, (Città del miele e del Vermentino Docg), Usini (Città del vino), Tempio (Città della pietra), Oristano (Città della ceramica) e San Nicolò D’Arcidano (Città dei murales). L’accordo di rete coinvolge ambasciate, consolato, associazioni pro loco, aziende pubbliche e private, cooperative, enti di promozione del territorio, associazioni culturali, istituzioni scolastiche e camere di commercio.


Alla firma dell’accordo erano presenti Ondrej Kavka, vicesindaco della città di Poprad e co-organizzatrice del festival, Ján Furman, assessore all’istruzione della Regione autonoma di Prešov, Stefania Migašova, coordinatrice della sezione cicloturismo, Jana Andraščíková, direttore generale del Consorzio turistico regionale della Slovacchia nord-orientale, Fabio Bortolini, presidente dell’associazione Pre mesto, fondatore del festival Viva Italia, il sindaco di Pattada Angelo Sini e Gavino Sanna, consigliere comunale con delega al turismo del comune di Monti e coordinatore del comitato tecnico scientifico regionale Alternanza scuola-lavoro per lo sviluppo del progetto. «La collaborazione tra i partner – ha spiegato Fabio Bortolini - rappresenta uno spazio comune in cui realizzare processi di programmazione di strategie per lo sviluppo territoriale».

Elena Corveddu
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes