Fondi europei, Nord Sardegna unito

Con il progetto “Sapess” nasce il Centro di programmazione. Iniziativa della Provincia, hanno già firmato sei Comuni

SASSARI. Una regia unica per realizzare il coordinamento intercomunale sulle politiche europee. Si tratta del progetto “Sapess” che è stato presentato ieri mattina nella sala Angioy dall’amministratore straordinario della Provincia di Sassari Pietrino Fois e ha già incontrato l’adesione dei sindaci dei Comuni di Porto Torres, Castelsardo, Sennori, Stintino, Sorso e Valledoria. Con la firma del Protocollo d’intesa è stata sancita la nascita del Centro provinciale di programmazione del Nord Sardegna che - nelle intenzioni della Provincia - resta aperto anche agli altri Comuni che ancora non hanno avuto l’opportunità per valutare l’importanza dell’iniziativa.

Si parte, quindi, con i primi sei Comuni che hanno raccolto la sfida con la Provincia che è stata affiancata dalla Multiss - suo braccio operativo - in tutta la fase preparatoria e la finalità è quella di dare al Nord Sardegna una struttura di programmazione e gestione dei progetti elaborati e finanziati in ambito comunitario. In effetti si tratta di una carenza e di una grave difficoltà che gli enti locali hanno sempre avuto: quella di rapportarsi in maniera efficace con l’Europa per definire progetti sostenuti da risorse europee certe. «La Provincia di Sassari, come ente con funzioni di area vasta, intende valorizzare la propria esperienza pluriennale acquisita nell’ambito delle politiche comunitarie – si legge nel documento – costituendo coi Comuni del proprio territorio un coordinamento intercomunale sulle politiche europee, per migliorare le capacità dei territori nel campo delle politiche comunitarie e favorire l’accesso ai finanziamenti europei, mettendo a disposizione le competenze maturate in materia».

«La programmazione comunitaria consente opportunità di accesso ai finanziamenti europei che implicano la messa in atto di partenariati e azioni su attività strategiche per i territori – questa la convinzione dei firmatari –. È pertanto di fondamentale importanza sviluppare un esteso sistema di relazioni finalizzate alla cooperazione istituzionale, alla collaborazione tra enti, associazioni e cittadini e allo sviluppo del tessuto economico e sociale».

Così è nato il progetto attraverso il quale Provincia e Comuni collaborano in modo strategico per generare un “servizio associato” per le Politiche europee, partecipando in partenariato alle varie opportunità di finanziamento che scaturiscono dai bandi comunitari, determinando maggiori opportunità per i singoli territori e una maggiore capacità di fare sistema, perseguendo obiettivi di area vasta tramite il coordinamento istituzionale territoriale, promuovendo tramite la gestione unitaria dei fondi pubblici e delle risorse umane e strumentali il raggiungimento di economie di scala e una razionalizzazione della spesa a livello locale, condividendo risorse umane e strumentali per l’avvio di un percorso strategico di crescita del territorio. (red.cr.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes