Schintu e Cantara in Consiglio e la Baravaglia resta vicesindaca

TULA. Sta iniziando a delinearsi l’azione di governo della nuova amministrazione comunale di Tula, guidata dal sindaco Andrea Becca che nell’ultima seduta annuale del consiglio ha operato alcuni...

TULA. Sta iniziando a delinearsi l’azione di governo della nuova amministrazione comunale di Tula, guidata dal sindaco Andrea Becca che nell’ultima seduta annuale del consiglio ha operato alcuni assestamenti nella composizione della maggioranza e gettato le basi per le azioni che si faranno nel prossimo futuro.

Le dimissioni già concordate di Rosanna Baravaglia, la più votata nella tornata elettorale e di Rosalba Ladu, hanno permesso l’ingresso in consiglio di Maria Antonietta Schintu ed Emilio Cantara, ma alle due dimissionarie resteranno comunque rispettivamente le deleghe alle Attività produttive, Agricoltura, Turismo, Commercio e Patrimonio e le deleghe alle Politiche giovanili e alla Cultura. Baravaglia continuerà a ricoprire anche la carica di vice sindaco e di fatto quindi ad amministrare, si ritroveranno tutti i componenti che facevano parte della lista Progettiamo il futuro.

«L’avvicendamento aumenta la forza complessiva del nostro gruppo che vedrà lavorare fattivamente e in prima persona altri due amministratori – ha detto Becca – i quali contribuiranno con le loro sensibilità a migliorare le decisioni che saranno assunte in Consiglio».

Uno degli argomenti più importanti della giornata è stata poi l’adesione all’unanimità al costituendo “Distretto delle ruralità del Nord Sardegna” che annovera tra i soci 41 Comuni del Nord Est della Sardegna e numerosi imprenditori del settore agricolo. La vice sindaco, competente per materia, ha illustrato le potenzialità di uno strumento che, secondo gli intendimenti dei soci, dovrebbe intercettare i finanziamenti che saranno resi disponibili dai vari bandi regionali e comunitari a valere sui fondi del Pnrr. Il Distretto procederà alle valorizzazioni delle produzioni agricole e la tradizione agroalimentare del territorio di riferimento e promuoverà la sicurezza e la cultura alimentare, la cultura del mangiare sano e sostenibile che appartiene alla tradizione mediterranea, favorendo la collaborazione tra istituzioni locali, produttori e consumatori. Nei primi mesi del 2022 l’amministrazione svolgerà in paese attività al fine di diffondere tra gli imprenditori del settore la conoscenza delle potenzialità.

L’ultimo punto all’ordine del giorno, infine, ha riguardato l’approvazione della convenzione di segreteria tra i comuni di Oschiri, Tula e Muros. «Sono davvero felice che anche il nostro comune possa avvalersi della figura del segretario comunale per due giorni alla settimana, anziché per poche ore come avveniva fino ad ora – ha aggiunto il sindaco –. La figura del segretario comunale assicura l’imparzialità dell’azione amministrativa e fornisce un fondamentale contributo nell’organizzazione». Grazie alla convenzione potrà fare ritorno in Comune Gavina Cocco, molto apprezzata.

Francesco Squintu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes