Lo scuolabus non passa per gli alunni delle medie

Chilivani. Il servizio è sospeso per l’assenza di personale, a casa per Covid La scuola periferica accoglie molti ragazzi dell’agro al momento: gravi disagi

OZIERI. È ingarbugliuata la situazione del trasporto scolastico ad Ozieri. E tra contagi, positività al Covid di studenti e personale, didattica in presenza e a distanza, la matassa si sta aggrovigliando sempre di più. A restare a terra dall’inizio della settimana sono stati gli alunni del plesso della scuola media di Chilivani, che dopo aver preso lo scuolabus lunedì mattina si sono trovati il servizio sospeso nel pomeriggio con difetto di comunicazioni ed evidente disagio per le famiglie. «Ancora non sappiamo come comportarci per mandare i nostri figli a scuola, vorremmo che ci fosse più chiarezza e una comunicazione ufficiale su come si gestiranno i trasporti nei prossimi giorni».

Il problema si presenta complesso e di non facile soluzione anche perché la rapida e continua evoluzione causata dalla pandemia non aiuta di certo chi gestisce il servizio. Al momento l’assenza di un autista e di due assistenti, tutti a casa per via del contagio, hanno costretto alla rimodulazione dei giri ed inevitabilmente sono iniziati i disagi. «Stiamo adottando i protocolli previsti per l’emergenza sanitaria ed è inevitabile che si creino scompensi, ma abbiamo sempre comunicato tempestivamente tutto attraverso i canali che utilizziamo normalmente – spiega Marco Sanna, amministratore della Logudoro Servizi –. Nonostante le difficoltà siamo riusciti a servire il quartiere San Nicola mentre è saltato il collegamento con la scuola di Chilivani ma ci ritroviamo a dover adattare continuamente turni e orari che cambiano velocemente una volta perché c’è la didattica a distanza poi perché si torna in presenza ed infine perché si elimina la mensa e subito dopo si ripristina, con i ragazzi che mangiano in classe. Chiediamo inoltre la collaborazione dei genitori dei ragazzi che andiamo a prendere praticamente a casa, affinché ci avvisino quando i propri figli non si recano a scuola in modo che lo scuolabus non faccia chilometri inutili con spreco di tempo e denaro».

Tutti hanno ragione e ognuno dice la propria verità ma a far le spese di questa situazione e di una comunicazione forse poco chiara, per ora sono gli studenti della media di Chilivani, una scuola periferica che raccoglie molti ragazzi dell’agro che per recarsi a lezione sono ora costretti ad ulteriori sacrifici. «Il servizio ha sempre funzionato bene ma adesso ci troviamo in una situazione di emergenza che penso sarà risolta al più presto – aggiunge il sindaco Marco Murgia –. Per fare ancor più chiarezza e dare tempestiva comunicazione alle famiglie la Logudoro Servizi, se dovesse ritenerlo opportuno, potrà utilizzare anche i nostri canali informativi istituzionali».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes