Ponte Vespucci, assegnati i lavori di ristrutturazione

L’intervento di messa in sicurezza della struttura finanziato con 300mila euro  Il deterioramento è dovuto ad agenti atmosferici e alle correnti del rio Mannu  

PORTO TORRES. La struttura comunale ai Lavori pubblici ha affidato alla ditta 3M Srl, con sede ad Austis, i lavori di messa in sicurezza del Ponte Vespucci e gli interventi strategici per il completamento e miglioramento della rete stradale. L’intervento programmato è stato finanziato con una somma complessiva di 300mila euro (145mila e 599 euro di lavori) e sarà incentrato sul ripristino e la protezione superficiale delle parti ammalorate degli elementi in calcestruzzo armato e sulla riparazione dei copriferri.

Schede. La struttura era stata inserita tra le priorità del Piano triennale delle opere pubbliche dall’amministrazione comunale precedente, che nel frattempo aveva però predisposto due specifiche schede per partecipare ai finanziamento previsti dal Patto per la Sardegna. Entrambe le schede erano state trasmesse nell’agosto 2018 all’assessorato regionale ai Lavori pubblici e riguardavano appunto sia il completamento di infrastrutture viarie realizzate o in corso di realizzazione sia il completamento degli interventi di carattere strutturale su opere d’arte di attraversamento stradale. Un anno dopo la giunta regionale disponeva a favore del Comune turritano il finanziamento di 300mila euro per le opere previste.

Istruttoria. Il progetto prevedeva anche una fase di istruttoria tecnica per acquisire i pareri e i nulla osta necessari da parte degli enti coinvolti. Nei mesi scorsi è stata infatti effettuata una campagna di indagini strutturali e geognostiche sia per redigere il progetto dei lavori sia in prospettiva di una programmazione di futuri interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Lo studio è stato effettuato da una ditta specializzata (Geosystem di Quartucciu) e dalle indagini è comunque emerso un buono stato di conservazione dell'opera in funzione dell'età di costruzione.

Interventi. I lavori di manutenzione riguardano principalmente il risanamento delle superfici ammalorate e il ripristino dei giunti su tutto il ponte, che è formato da dieci campate ed è lungo circa 170 metri e largo 14. Il suo deterioramento è dovuto ad agenti atmosferici e alla correnti marine e del rio Mannu che scorrono sotto la struttura. L’infrastruttura funge da raccordo per la viabilità stradale in direzione della zona industriale della Marinella, degli scali marittimi e dell’area archeologica. Di recente l’amministrazione comunale aveva ricevuto delle segnalazioni dai cittadini per le condizioni preoccupanti che mostrava il ponte, ma la sua situazione era tenuta sotto controllo proprio dopo le indagini strutturali e il prossimo avvio dei lavori di manutenzione. «L’ufficio tecnico ha lavorato alacremente affinchè i lavori potessero iniziare nei primi mesi del 2022 – afferma l’assessora ai Lavori pubblici Maria Bastiana Cocco –, perché garantiscono l’accesso in sicurezza alla città e fanno parte di un progetto più ampio che mira a riqualificare i punti di accesso alla città».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes