La Nuova Sardegna

Sassari

Porto Torres

Monumenti aperti da record: tutti in fila per la chiesetta di Balai

di Gavino Masia
Monumenti aperti da record: tutti in fila per la chiesetta di Balai

La pioggia non ferma il weekend delle meraviglie: visitatori raddoppiati

06 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Porto Torres La chiesetta di Balai vicino e il suo ipogeo hanno ottenuto il primato delle visite nella due giorni di Monumenti Aperti. La pioggia che si è abbattuta sulla città domenica mattina non ha scoraggiato la visita nei diversi siti, anzi è raddoppiato il numero complessivo delle visite registrate in questa edizione rispetto allo scorso anno. Il bilancio delle visite nel 2022 era stato infatti di 3mila e 365, mentre nel 2023 sono state 7mila e 439.

Nei ventidue siti coinvolti nell'evento i più visitati – dopo la chiesetta a picco sul mare (658 visite) – sono state le diverse location dell'area archeologica di Turris Libisonis che però è rimasta aperta solo la giornata di sabato. A subire il maggiore disagio del maltempo sono stati invece i siti di Su Crucifissu Mannu e di Balai lontano, che per quasi tutta la giornata di domenica sono rimasti chiusi per motivi di sicurezza. Molta curiosità ha destato la riapertura dell'ipogeo di Tanca Borgona (282 visite) e dalla scuola De Amicis (403 visite). Tanta attenzione anche per il Museo del Porto (465) e per il Laboratorio di Xilografia di Giovanni Dettori (249). I visitatori sono stati accolti da 600 studenti, 90 docenti e diversi volontari. Tra le novità, la partecipazione come guide degli ospiti del sistema di accoglienza e integrazione (Sai) gestito da Arci Mediterraneo.

L'evento è stato inaugurato formalmente sabato pomeriggio di fronte alla torre aragonese dagli studenti insieme a una rievocazione storica a cura dell'associazione "Giudicato di Torres". Gli eventi collaterali nei concerti del Coro Polifonico Turritano e di Musica Antiqua. Porto Torres ha aperto al pubblico i propri tesori per la dodicesima volta nell’ambito della manifestazione organizzata a livello nazionale da Imago Mundi Odv con il coordinamento a livello locale del Comune e la collaborazione della società cooperativa Memoria Storica.

«Ringraziamo studenti, insegnanti e volontari che si sono messi in gioco nonostante il maltempo - commenta l'assessora alla Cultura Maria Bastiana Cocco -, mostrando le nostre bellezze storiche e archeologiche accompagnate dai racconti. Un tributo particolare a Imago Mundi, all'ufficio Cultura e all'ufficio Turistico per l'impegno e la dedizione, fa un enorme piacere vedere che tutti si sono messi in gioco con passione e professionalità».
 

In Primo Piano

Video

Paura a Sassari: caldaia esplode in una palazzina della borgata di San Giovanni

Tribunale

Nuoro, Roberta Barabino condannata a 7 anni e 8 mesi di reclusione

di Valeria Gianoglio
Le nostre iniziative