La Nuova Sardegna

Sassari

Lo spiraglio

Sassari, edicole come sportelli di servizi: l’idea di una startup sassarese supera il mare

di Luca Fiori
Sassari, edicole come sportelli di servizi: l’idea di una startup sassarese supera il mare

SempliCert offre la possibilità alle rivendite di aprire un corner digitale. Sono circa 200 gli sportelli già dislocati su tutto il territorio nazionale

26 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA






Sassari Dopo l’idea di trasformarle in Infopoint turistici, mozione votata un mese fa all’unanimità in Consiglio comunale, arriva per le edicole un’altra chance di salvezza nel difficile mercato dell’informazione cartacea.
La proposta di allargare i servizi e trasformare le rivendite di giornali anche in sportelli per offrire ai cittadini servizi di varia tipologia proviene da “SempliCert”, società made in Sassari, già sbarcata nella penisola che - dopo un anno di vita - mira ad affermarsi anche in Sardegna. L’ideatore e fondatore è Gavino Ligios, sassarese di 53 anni, imprenditore lungimirante che ha aperto in città la sede operativa dell’azienda, dato vita a un call center e già siglato accordi con due gruppi di categoria aventi un totale di circa 900 iscritti, avviando inoltre una collaborazione con vari partner che da aprile dello scorso anno hanno aperto circa 200 sportelli SempliCert (ma il numero è in costante crescita) dislocati su tutto il territorio nazionale.
«Il primo sportello è nato a Sassari in viale Umberto – spiega l’ideatore – all’interno della cartoleria che gestisco. L’idea è nata subito dopo il Covid per cercare di superare il momento di crisi. Ho visto che l’idea era buona e ho provato a esportarla».

E a quanto pare ha funzionato. Approfittando dell’evolversi continuo dell’accesso informatizzato alle pubbliche amministrazioni, l’idea di Ligios è stata quella di fondare una società che creasse una rete di partner per l’erogazione di servizi al cittadino. Quelli offerti dagli sportelli, che potrebbero nascere anche all’interno delle edicole, sono vari: pagamento F24, Mav, Rav, bollettini in genere e PagoPa.
«Ma anche servizi di digital trasformation – spiega Gavino Ligios – come attivazione firma digitale, Spid e Pec, oltre che fornitura di tutto ciò che ha attinenza con l’erogazione di prodotti assicurativi, con primaria compagnia Europea, gas, energia elettrica, telefonia e prenotazione noleggio auto sia in ambito nazionale che internazionale».

Anche la tipologia dei partner della società sassarese è tra le più varie, con diverse forme giuridiche e province di provenienza. «Stiamo raccogliendo adesioni al progetto – spiega Ligios – da cartolerie, imprese multiservizi, Caf, società di informatica, poste private, agenzie di disbrigo pratiche, attività di consulenza, associazioni di categoria di tutta Italia. Siamo sicuri che possa essere una grande possibilità anche per le edicole – aggiunge l’inventore di SempliCert – per la loro posizione strategica nei vari quartieri delle città e nei piccoli centri. Edicole che nelle strade cittadine, non sono così poche 65 tra Sassari città e hinterland, 141 in tutta la provincia . Ma i nostri servizi – conclude Ligios – possono essere offerti anche ad alcune amministrazioni pubbliche di piccole realtà in cui banche e uffici postali hanno chiuso gli sportelli al pubblico». L’idea di rendere le edicole degli sportelli multiservizi secondo l’inventore della startup sassarese potrebbe incentivare anche un ritorno all’acquisto della carta stampata.

«Il prossimo obiettivo – conclude Gavino Ligios – è di aumentare i servizi da offrire ai cittadini attraverso la nostra piattaforma multimediale che è in costante aggiornamento. A breve daremo la possibilità alla nostra rete di distribuire carte di credito, fisiche o virtuali, e apertura di conti correnti. Inizialmente solo ad aziende e professionisti, poi a una platea più ampia».

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative