Emergenza erba a Nuoro in vista della Coppa

NUORO. E' una guerra di nervi, una lotta condotta con le sole armi del sano principio che anima chi ama lo sport e ne porta avanti la pratica e il prestigio di un impegno a livello nazionale e non...

NUORO. E' una guerra di nervi, una lotta condotta con le sole armi del sano principio che anima chi ama lo sport e ne porta avanti la pratica e il prestigio di un impegno a livello nazionale e non solo, con enormi sacrifici. La Nuoro Softball conferma che il 20 agosto prossimo sul terreno del “F.Sanna” ingiallito e quasi compromesso, si svolgerà regolarmente la fase finale della Coppa delle Coppe, con squadre provenienti da Italia, Austria, Repubblica Ceca, Germania, Olanda: un migliaio di graditi visitatori della città, tra atleti e nutrito seguito.

Peggiorano di giorno in giorno le condizioni del campo che riceve acqua col contagocce, in seguito alla sospensione dell'erogazione da parte di Abbanoa. «La Coppa delle Coppe di softball, manifestazione di livello europeo, è una grande occasione per la città – ha dichiarato Totoni Sanna, dirigente Nuoro Softball e vice presidente europeo – il nostro staff sta gestendo in maniera esemplare l'organizzazione, con problematiche vecchie di anni».

Comune, Provincia e Regione sono stati consultati al momento della candidatura della città ad ospitare la manifestazione: è stato chiesto loro di risolvere alcuni problemi relativi alla struttura di gioco. Il problema acqua è arrivato come una tegola, imprevisto ad aggravare una situazione già precaria. «Avremmo voluto che il problema venisse affrontato in maniera differente da chi di competenza – prosegue Sanna – sapendo bene che un'eventuale rinuncia a questa manifestazione sarebbe stata una brutta figura da parte dell'intera città. Ma l’impianto di gioco è in condizioni pietose».

Si giocherà a Nuoro in qualsiasi condizione, le conclusioni saranno tratte solo a fine torneo. «Ringraziamo il Parroco, nostro vicino di casa, che ci consente brevi annaffiature del campo – dichiara il dirigente della Nuoro – stiamo mantenendo in vita le radici del prato, nella speranza di risolvere il problema ma l'impianto fogliare ormai è secco. Ci teniamo che la città faccia bella figura – conclude Sanna – con le squadre che giungeranno a Nuoro per giocare la Coppa. Vorremmo non essere lasciati soli in questo frangente».

Serenella Mele

WsStaticBoxes WsStaticBoxes