La Nuova Sardegna

Sport

L’Italia sogna l’oro agli europei «sardi» di beach volley

La rassegna si svolgerà sul litorale di Quartu dal 3 giugno La coppia azzurra Daniele Lupo-Paolo Nicolai tra le favorite

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





QUARTU. E’ già cominciato il conto alla rovescia dei campionati europei di beach volley in programma dal 3 all’8 giugno sulla spiaggia deL Poetto, nel tratto del litorale di Quartu Sant’Elena. Giunta alla 22a edizione, la competizione continentale, che inizialmente si sarebbe dovuta disputare al Foro Italico di Roma, approda in Italia per la quarta volta nella storia del torneo.

«La spiaggia di Quartu è stata la ritenuta dalla federazione una location molto interessante - dice Vincenzo Ammendola, presidente del comitato regionale della Fipav - , tanto da vincere la concorrenza nei confronti di altre località della Penisola. E' stata anche premiata l'affidabilità dell'organizzazione, che già in passato aveva portato in Sardegna il beach volley stellare. Per noi è davvero un motivo d'orgoglio essere riusciti a mettere in moto una macchina organizzativa in appena un mese, grazie anche alla disponibilità delle varie amministrazioni e istituzioni». Intanto, è stata già ufficializzata la lista definitiva delle 64 coppie (32 maschili e altrettante femminili) che prenderanno parte alla grande kermesse organizzata dal comitato regionale della Fipav, la federazione italiana di pallavolo. Tra le coppie azzurre, in campo maschile, spicca il team composto da Daniele Lupo e Paolo Nicolai, il duo che secondo gli addetti ai lavori è tra i favoriti per la vittoria finale, considerato che è reduce dai successi ottenuto nelle prime due uscite stagionali del World Tour in Cina. Aspettative anche per i fratelli Ingrosso, autori il 10 maggio scorso di un ottimo secondo posto in Messico, e per Tomatis – Ranghieri. Wild Card per Matteo Cecchini e Matteo Martino. In campo femminile, riflettori puntati soprattutto sull’ex campionessa europea Marta Menegatti che farà coppia con Viktoria Orsi Toth. Pur non partendo come favorita, la coppia italiana potrebbe recitare un ruolo di primo piano nella competizione continentale, dove cercherà di dare del filo da torcere ai team più accreditati e quotati, come quelli tedeschi, al vertice nel ranking. Sempre in campo femminile, l’Italia si gioca la Wild Card con Giulia Mamoli e Giulia Toti. Al di là del titolo europeo, la posta in palio è alta, visto che l'Europeo avrà un montepremi di 100mila euro per tabellone. Sergio Casano

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative