Musseli e Mele si aggiudicano l’ottavo Rally Terra Sarda

ARZACHENA. Vincono Vittorio Musselli-Claudio Mele (WV Polo R5). L’ottavo Rally Terra Sarda li ha visti, con un grande terzo passaggio sulla prova speciale Luogosanto-Aglientu, andare a prendersi una...

ARZACHENA. Vincono Vittorio Musselli-Claudio Mele (WV Polo R5). L’ottavo Rally Terra Sarda li ha visti, con un grande terzo passaggio sulla prova speciale Luogosanto-Aglientu, andare a prendersi una sofferta vittoria, a spese dei campioni uscenti Maurizio Diomedi-Mauro Turati (Skoda Fabia R5). Questi ultimi avevano condotto in testa sin dalla prova iniziale di sabato a Calangianus e avevano chiuso la prima giornata di gara con 21'17"8 precedendo la VW Poolo R5 di Musselli-Mele di 6"6, di 19"3 Auro Siddi- Claudio Piccinnu (Skoda Fabia R5). Seguivano a 52"3 Canalis-Fois (sempre Skoda R5), a 1'22"3 Roberto Cocco-Sergio Deiana (Peugeot 207 S2000) e a 1'50"1 Giuseppe Mannu-Isacco Turchi (Renault Clio A7). Sono stati questi, nel bene e nel male, i protagonisti della seconda e conclusiva giornata di ieri del rally, organizzato dalla Porto Cervo Racing, valido come prova di Coppa Rally di Zona Aci Sport e Sardegna Rally Cup e partito da Tempio Pausania e arrivato ad Arzachena dopo un percoso di 410 chilometri, i di cui 82,56 di prove speciali. La gara ieri si è praticamente decisa tutta sui tre passaggi sulla Luogosanto-Aglientu con il pilota tempiese Musselli che già al primo passaggio riusciva a vincere rosicchiando 5"4 al calangianese Diomedi e portandosi a 1'2 di distacco dalla vetta. Distacco che si riduceva poi a soli 6 decimi di secondo prima dell’ultima prova speciale cronometrata dove Musselli-Mele fermavano i cronometri a 7'56"8 e Diomedi-Turati facevano 8'01"5.

I primi si aggiudicavano così prova e Rally Terra Sarda 2019 con il tempo conclusivo di 52'37"2. Diomedi era secondo a un soffio, staccato di 4"1, e ottimo terzo si confermava il selargino Auro Siddi a 54" con l’osilese Giuseppe Mannu (Renault Clio A7) splendido quarto a 4'43". A onor del vero, come lui stesso ha riconosciuto, approfittando degli inconvenienti capitati, sempre su questa prova speciale Aglientu, a Roberto Cocco, che ha perso veri minuti per una foratura quando era nettamente quinto, e ancora di più a Alessandro Canalis, che a poche centinaia di metri dalla fine del rally incappava in un incidente che lo metteva fuori classifica mentre era al quarto posto in classifica, ai piedi del podio.

Roberto Spezzigu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes