Il salto di Eugenio Meloni vale l’argento

Il cagliaritano dietro solo a Tamberi con 2,20. Quarto il sassarese Luiu. Lai terzo nei 60 metri, bene la Nieddu nei 3000  

ANCONA. Secondo posto e medaglia d'argento per Eugenio Meloni nel salto in alto, il terzo posto di Luca Lai nella gara dei 60 metri , il podio sfiorato dal campione italiano Massimiliano Luiu sempre nell'alto. Questo l'ottimo bottino degli atleti sardi nella seconda e conclusiva giornata dei campionati italiani assoluti indoor che si sono svolti nel passato fine settimana al Palaindoor di Ancona.

A quelli di ieri va aggiunto anche il brillante bronzo nel salto in lungo conquistato sabato dal portotorrese Andrea Pianti (quest'anno tesserato per il Cus Palermo). Per lui terzo posto con la misura di 7,54 metri e altri due salti oltre i 7,50 che fanno ben sperare la stagione outdoor. Peccato in questa gara per l'infortunio del nuorese Elias Sagheddu che avrebbe potuto giocarsi bene le sue carte nella finale a otto per il titolo.

Nella giornata conclusiva di ieri il cagliaritano Eugenio Meloni (GS Carabinieri) ha mostrato ancora una volta di essere tra i migliori specialisti nazionali del salto in alto andando a prendersi la medaglia d’argento scavalcando in sicurezza al primo tentativo l'asticella alla misura di 2,20 (personale uguagliato) per poi tentare invano i 2,23. In questa stessa gara ottimo quarto posto per il campione italiano juniorU20 Massimiliano Luiu (Libertas Sassari) che si è confermato a buoni li velli superando ancora i 2,12 del suo personale indoor e piazzandosi ai piedi del podio.

Altra gara molto attesa di questi campionati era sicuramente quella dei 60 metri dove l'oristanese Luca Lai (Alperia Athletic Club) e il nuorese Antonio Moro (Delogu Nu) sin dalle batterie hanno mostrato di aspirare e meritare un posto sul podio . Dietro il grande favorito della vigilia Marcel Jacobs, che poi ha vinto facile la finale in 6"55, la loro era una delle prove più attese . In finale i due sprinter sardi però non sono riusciti a essere efficaci come nelle qualifiche. Lai ha chiuso terzo fermando i cronometri a 6"74 e Moro quinto in 6"74 a un centesimo dal podio .

Si sono difese bene nella gara del lancio del peso anche Pamela Mannias , primatista sarda indoor, e la sassarese primatista outodoor Elisa PIntus. Mannias con la misura di 13,72 ha centrato un brillante sesto posto mentre Pintus con 13,50 ha conquistato una buona ottava piazza. Ha concluso la partecipazione degli atleti sardi a questa rassegna tricolore al coperto di Ancona l'alaese Raimonda Nieddu (Cagliari Atletica) impegnata nella gara dei 3000 metri dove si è presentata con un personale di 9'47"15, terzasarda all-time dietro Sara Palmas e Claudia Pinna. Per Nieddu brillante ottava piazza con il nuovo personale di 9'42"75 che fa ben sperare per il 2021.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes