«Grande carattere, la vittoria era davvero alla nostra portata»

Il coach elogia l’atteggiamento della sua squadra «Bravi a giocare a viso aperto contro un top team»

BOLOGNA. «La vittoria era davvero alla nostra portata, era davvero a un centimetro e conquistare due punti su questo campo ci avrebbe gratificato, avrebbe soprattutto gratificato il lavoro e l’impegno dei ragazzi. Ma è chiaro che la direzione è quella giusta».

Nella sua Bologna, coach Piero Bucchi ha assaporato sino all’ultimo il gusto di un colpaccio che avrebbe sbancato i bookmakers. «Sapevamo che sarebbe stata molto dura – sottolinea a fine gara il coach del Banco di Sardegna – ma i ragazzi hanno giocato davvero una bella partita. Abbiamo avuto in mano il tiro della vittoria non una ma addirittura due volte. Si può sbagliare, è chiaro, ma mi dispiace proprio perché sarebbe stato un grande premio per lo sforzo fatto dai ragazzi. Questa comunque è la squadra che voglio vedere. Abbiamo giocato na buona pallacanestro e tutto sommato c’è stata anche una buona difesa, considerando che ci siamo trovati di fronte a una squadra dal talento smisurato. A volte la coperta è stata corta, ma era inevitabile. Ripeto, la vittoria alla fine era alla nostra portata e vincere ci avrebbe gratificato. I ragazzi hanno la consapevolezza che stiamo facendo le cose giuste, dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto in questi giorni, poi chiaramente bisogna anche vincere le partite. L’importante è avere materiale dal quale ripartire, era quello che mi interessava».

Ciò che più ha sorpreso della Dinamo è stata la faccia tosta messa in campo, anche dalle seconde linee: tutto il contrario rispetto alla squadra timida e impaurita di questa prima parte di stagione. «Volevo che fosse una partita del genere – conferma coach Bucchi – dobbiamo avere rispetto per gli avversari ma non paura: dobbiamo essere consapevoli delle nostre possibilità, bisogna sempre giocare a viso aperto. Abbiamo avuto voglia e determinazione e tutti devono sapere che chi non ci crede può stare a casa. Stavolta nessuno ha fatto un passo indietro, è giusto dirlo: gli errori ci possono stare, ma il carattere davvero non ci è mancato». (a.si.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes