La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Dinamo

La Final Eight chiama la Dinamo attende l’ultimo tampone

di Andrea Sini
La Final Eight chiama la Dinamo attende l’ultimo tampone

Basket, domani scade il periodo di quarantena Lunedì la verifica prima della partenza per Pesaro

12 febbraio 2022
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. La testa è già a Pesaro, tutto il resto decisamente no. La Dinamo “festeggia” oggi una settimana di quarantena, si prepara ad fare da spettatrice interessata (ma inattiva) a un’altra giornata di campionato.

Domenica scorsa i biancoblù hanno saltato la trasferta di Trieste, domani non saranno in campo contro la Virtus Bologna, ma dietro l’angolo c’è immediatamente la trasferta di Pesaro, dove da mercoledì si apre la fase finale della Coppa Italia. La partecipazione dei sassaresi alla decima Final Eight della loro storia non sembra in discussione, ma intanto il Banco di Sardegna deve ancora passare attraverso le forche caudine dell’ultimo giro di tamponi.

Sulla base delle decisioni dell’Ats comunicate la scorsa settimana, la quarantena dell’intero team terminerà ufficialmente domani. Lunedì giocatori e staff verranno sottoposti a tamponi e soltanto a quel punto, se non ci saranno brutte sorprese, Jack Devecchi e compagni potranno fare le valigie per la partenza alla volta delle Marche, fissata per martedì. Il giorno successivo, mercoledì alle 18, è in programma il quarto di finale contro l’Ax Armani Exchange Milano.

In quali condizioni la Dinamo affronterà la corazzata guidata da Ettore Messina e Gianmarco Pozzecco è tutto da verificare: i ragazzi di Piero Bucchi rischiano infatti di arrivare a questo appuntamento con sulle gambe – nella migliore delle ipotesi – un solo allenamento con un cinque contro cinque nei precedenti 12 giorni. Di certo non l’ideale, ma anche questa stagione le cose vanno così.

A proposito di Covid-19, la Legabasket ha rinviato un altro match di questa 20^ giornata, ovvero Vanoli Cremona-Gevi Napoli, a causa delle positività riscontrate in casa partenopea. Mentre la Unihotels Reggio Emilia potrebbe non avere in panchina coach Attilio Caja, ancora positivo.

In vista della Final Eight e della successiva sosta del campionato di serie A, in questi giorni si sono intanto registrati alcuni movimenti a livello di mercato: la Openjobmetis Varese, impegnata nella lotta per non retrocedere, ha messo sotto contratto Tomas Woldetensae, guardia/ala bolognese classe ’98 che all’inizio di questa stagione ha vestito la canotta della Lux Chieti Basket 1974. Movimenti importanti anche in casa Brindisi: l’Happy Casa ha risolto consensualmente i contratti di Josh Perkins e Scott Ulaneo e contestualmente ha presentato Maxime De Zeeuw, lungo belga già annunciato nei giorni scorsi, che in passato ha indossato le canotte di Virtus Roma, Hapoel Holon ed Ewe Oldenburg.

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative