La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Dinamo

«Più difesa che attacco, questa per me è una grande notizia»

dall’inviato
«Più difesa che attacco, questa per me è una grande notizia»

Piero Bucchi applaude la mentalità dei suoi ragazzi «Temevo un po’ il rientro in campo dopo la lunga sosta»

07 marzo 2022
2 MINUTI DI LETTURA





TRENTO. «Non è sempre facile difendere quando non fai canestro, ma abbiamo tirato fuori grinta e carattere». A fine gara coach Piero Bucchi loda la pazienza e la determinazione dei suoi uomini.

«Credo sia un’ottima notizia il fatto di avere prodotto più in difesa che in attacco – sottolinea l’allenatore della Dinamo –, questo significa che stiamo acquisendo una mentalità vera. Sono davvero contento».

L’impatto dei biancoblù sulla gara, con una sola gara giocata nell’ultimo mese e mezzo, era la principale incognita di questa gara. «Sapevamo che sarebbe stata una gara complicata dopo un mese di stop e una mezza partita giocata contro Milano, perché al di là dei meriti loro noi davvero eravamo lontani da una condizione accettabile. E dunque ero un po’ preoccupato del ritmo gara – spiega Bucchi –, che in effetti non avevamo. Pur avendo percentuali non troppo efficaci, abbiamo giocato una partita volitiva, ci tenevamo a vincere, e pur giocando un basket non brillantissimo alla fine l’abbiamo portata a casa. Sono due punti importanti, le scorie da buttar fuori erano diverse e questa vittoria ci fa davvero bene».

Soprattutto con la difesa: «Abbiamo difeso bene uno contro uno e preso rimbalzi decidisi nel secondo tempo, più che nel primo. La chiave è stata chiaramente la difesa, li abbiamo tenuti a 66 punti e non ci siamo mai disuniti quando la palla non entrava. Nel finale siamo stati intensi, non volevamo regalare canestri facili dentro l’area».

Oltre a un Burnell rigenerato, la coppia Mekowulu -Diop ha fatto la differenza. «Loro due lavorano molto bene in allenamento – sottolinea Piero Bucchi – e questo è un premio al lavoro che fanno, oltre che un’ottima notizia per noi. Facciamo tanto lavoro a parte con loro e l’impegno non manca mai. Ora pensiamo al match di mercoledì, ma per me questo impegno dopo lo stop era il più delicato». (a.si.)

In Primo Piano
Il soccorso

Giovane amazzone cade da cavallo alla processione di Beata Maria Gabriella a Nuoro: è grave

Le nostre iniziative