La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio

Il Cagliari crolla sotto i colpi del Genoa: finisce 3-0

di Enrico Gaviano
Il Cagliari crolla sotto i colpi del Genoa: finisce 3-0

I rossoblù mai pericolosi contro un avversario che mette in ghiaccio la partita già nel primo tempo. La salvezza è ancora da conquistare

29 aprile 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Genova Punizione severa per il Cagliari che dopo una serie di 4 risultati utili si ferma sul campo minato di Marassi, sconfitto per 3-0 da un Genoa che ha festeggiato nel migliore dei modi la salvezza. Il Cagliari invece a 4 turni dalla fine ha subito tre schiaffoni pesanti che lo riportano, se qualcuno si fosse illuso, alla realtá di una permanenza in serie A tutta da conquistare.

In una serata nera non si è salvato nessuno a cominciare dalla difesa che è stata minata alla vigilia della gara dalle assenze degli uomini migliori. Ora il Cagliari deve pensare alla prossima sfida interna, domenica contro il Lecce, quando non potrà sbagliare, perché il piccolo tesoretto che ha nei confronti dell’Udinese, terz’ultima, non è certo rassicurante.

La cronaca Cagliari in campo con tante assenze maturate fra sabato e oggi. Oltre allo squalificato Luvumbo, si sono fatti male uno dopo l’altro Viola, Dossena è proprio nel pomeriggio odierno anche Mina. Ranieri decide però di provare il 3-4-3 inserendo  Hatzidiakos, Wieteska e Obert dietro, a centrocampo Di Pardo, Prati, Deiola e Augello e in attacco Oristanio, Shomurodov e Gaetano che schermano a turno i centrocampisti avversari.

Le due squadre si studiano, molto possesso per il Genoa che preme un po’ di più e arriva al 12’ alla conclusione: calcio d’angolo e De Winter di testa sfiora il palo alla destra odi Scuffet. Risposta al 16’ del Cagliari con un cross in area di Pristanio che raggiunge Shomurodov, ma il colpo di testa dell’uzbeko è impreciso.

Al 17’ il Genoa va avanti con un colpo di testa di Thorsby su cross di Sabelli, il centrocampista del Grifone anticipa al centro dell’area Hatzidiakos, e non lascia scampo a Scuffet.

Genoa che non smette di attaccare e al 27’ raddoppia Frendrup servito in area da Vasquez mentre si addormentano Di Pardo e Hatzidiakos . Martella il Grifone e Retegui servito in area al 33’ riesce a girare di destro ma non trova lo specchio della porta.

Timida replica del Cagliari al 35’: cross di Augello e Wieteska prova di testa ma la palla finisce sopra la traversa. Uno schieramento , quello rossoblù, che però non ha funzionato bene soprattutto per le amnesie difensive. Tanto che verso la fine del tempo Ranieri cambia e mette la squadra sul 4-4-2 abbassando Di Pardo sulla linea difensiva e chiedendo a Oristanio di stare sulla  linea dei centrocampisti.

In avvio di ripresa, Ranieri prova a scuotere la squadra con tre cambi: dentro Lapadula, Zappa e Nandez e fuori Oristanio, Hatzidiakos e Di Pardo. Ma è il Genoa che bussa ancora dalle parti di Scuffet, che si salva con un bell’intervento in tuffo su un nuovo colpo di testa di Thorsby.al 59’ ancora Genoa pericolosissimo: cross di Gidmunsson e De Winter di testa schiaccia bene ma la palla va fuori di poco.

Il Cagliari replica al 60’ su palla inattiva: angolo di Augello e testa di Lapadula che però è imprecisa e la palla si perde sul fondo. Ma è serata storta e arriva il terzo gol al 63’ con Gudmunsson che approfitta della topica di Obert che controlla male la sfera al limite dell’area e insacca.

Azzi, entrato al posto di Augello, al 73’ prova a metter dentro la rete della bandiera, ma il suo sinistro in diagonale, da buona posizione, non ha fortuna e la palla va fuori. Nel finale entra il giovane Kingstone che firma la sua terza presenza provando una girata in area con palla che colpisce l’esterno della rete genoana. Prima del fischio finale c’è il tempo per Scuffet per mettersi in mostra con una bella uscita a togliere il pallone dai piedi di Vitinha e subito dopo ancora su una conclusione velenosa il portiere  del Cagliari si salva di piede.

GENOA (3-5-2): Martinez; Vogliacco, De Winter, Vasquez (73’ Cittasini); Sabelli (63’ Spence), Thorsby, Badelij (73’ Bohinen), Frendrup, Martin (64’ Haps); Gudmunsson (78’ Vitinha), Retegui. A disp.  Strootman, Leali, Ekuban, Ankeye, Sommariva. All. Gilardino.

CAGLIARI (3-4-3): Scuffet; Hatzidiakos (46’ Zappa), Wieteska, Obert; Di Pardo (46’ Nandez), Deiola, Prati, Augello (85’ Kingstone), Oristanio (46’ Lapadula), Shomurodov (73’ Azzi), Gaetano. A disp. Radunovic, Aresti, Makoumbou, Sulemana, Mina, Petagna, Azzi. All. Ranieri.

ARBITRO:  Dionisi (L’Aquila).

RETI: 17’ Thorsby, 27’ Frendrup, 63’ Gudmunsson.

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative