La Nuova Sardegna

Sport

Serie D

Latte Dolce, ultima chance per evitare di dire addio alla serie D

di Sandra Usai
Latte Dolce,  ultima chance per evitare di dire addio alla serie D

Domenica 12 maggio, alle ore, 16 i sassaresi ricevono la Nuova Florida nella gara dei playout

08 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Tra mea culpa e rimpianti, il Latte Dolce si aggrappa all'ultima chance per salvare la stagione ed evitare l'addio alla serie D, conquistata solo un anno fa.

I suoi 37 punti (in 34 partite) lo hanno spedito al playout, da giocare in casa in virtù del miglior piazzamento finale, contro il Nuova Florida: una gara secca, in calendario domenica alle 16 al campo del quartiere, che potrebbe durare 120' se al 90' si fosse in parità. E in caso di X al termine dell'extra-time la salvezza sarebbe della squadra sassarese, che può contare così su due risultati su tre per mantenere la categoria.

«Ce la possiamo fare, ma non pensiamo in partenza al pareggio. Piuttosto bisognerà cercare di puntare al vantaggio per non andare in affanno». Parole dette non a caso dal presidente biancoceleste Roberto Fresu, ricordando lo scontro diretto con i laziali che si è disputato solo due settimane fa a Sassari, penultima giornata di campionato. In quella partita occorreva vincere per fare il balzo verso la tranquillità e invece, col 2-0 ospite dopo pochi minuti, è stata una dispendiosa e difficile corsa in salita per acciuffare (almeno) il pari.

«Il Nuova Florida è avversario forte e insidioso, come abbiamo visto, e a dirla tutta – ha commentato Fresu – avrei preferito incontrare l'Anzio, forse un po' meno pericoloso. Ma chissà, magari la recente esperienza ci sarà utile in questa replica per trovare le contromisure adatte a limitare i laziali. Non voglio pensare che vada male, sarebbe un fallimento e un danno di immagine per la società e anche per i giocatori. A nessuno giova l'etichetta di retrocesso in fase di mercato. Vedo i ragazzi lavorare sereni, la giusta tensione arriverà in prossimità della gara che, ripeto, non deve avere l'obiettivo della parità. Bisognerà metterci attenzione e concentrazione, che sono spesso mancate nel corso della stagione e ci sono invece state sul campo del Flaminia nell'ultimo vittorioso turno. Sarebbe un peccato buttare via il gran lavoro di ricostruzione mentale fatto nelle ultime settimane. Non è bastato per raggiungere la salvezza diretta, ma è stata fondamentale per agganciare lo spareggio».

In una partita da "dentro o fuori" più delle qualità tecniche è il carattere a fare la differenza, tratto che in questa balorda annata è più volte mancato al Latte Dolce e ha portato a brutte figure e pessimi risultati, tanto da compromettere la stagione.

«Inutile rimuginare adesso su quello che è stato, certo ci siamo chiesti perché i ragazzi a un certo punto erano demotivati e scarichi mentalmente, pur avendo un traguardo importante come la salvezza da raggiungere. Non abbiamo ancora trovato risposta, diciamo che sono i misteri del calcio», ha chiosato il presidente. Anche per la città avere una squadra in serie D è importante e il Latte Dolce spera in un robusto sostegno domenica, per avere la meglio sul Nuova Florida e festeggiare l'impresa.

«Il rammarico – ha sottolineato Fresu – è la concomitanza con la Cavalcata, che "ruberà" potenziali tifosi. Avremmo voluto offrire l'ingresso gratuito, la Lega ha detto che in un playout non si può fare e allora opteremo per biglietti dal costo simbolico».

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative