Boboli, Palazzo Pitti e Museo degli Uffizi Firenze riapre al pubblico i suoi gioielli

È un risveglio in tre fasi quello delle Gallerie degli Uffizi di Firenze dopo l'emergenza coronavirus che ha chiuso i musei lo scorso 8 marzo. Dopo due mesi e mezzo, ieri il primo ad aprire i...

È un risveglio in tre fasi quello delle Gallerie degli Uffizi di Firenze dopo l'emergenza coronavirus che ha chiuso i musei lo scorso 8 marzo. Dopo due mesi e mezzo, ieri il primo ad aprire i cancelli è stato il giardino di Boboli, «lo splendido museo a cielo aperto», come ha detto il direttore Eike Schmidt, che già nella prima parte della giornata ha accolto 70 fiorentini e 55 paganti tra cui un visitatore venuto per l'occasione dalla provincia di Massa Carrara. Il secondo step, giovedì 28 maggio, prevede l’apertura di Palazzo Pitti, la grande reggia medicea. Sarà questa anche l'occasione, ha detto Schmidt, per dare il via all’esposizione dedicata a Giovanna Garzoni. «Riapriamo quindi – dice Schmidt – non solo il museo, ma anche una bellissima mostra che doveva originariamente pertire il giorno dopo la chiusura dei musei». Infine, l’attesa riapertura degli Uffizi è in programma per mercoledì 3 giugno.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes