Roberto Giacobbo racconta i misteri di Tiscali

Il villaggio nuragico inaugura la quarta serie del programma “Freedom” in onda oggi su Italia 1

ROMA. Dopo il successo della scorsa stagione ricomincia oggi venerdì 8 gennaio alle 21.25 su Italia 1 la quarta edizione di “Freedom-Oltre il Confine”, il programma condotto da Roberto Giacobbo. Il primo servizio sarà dedicato alla Sardegna, la squadra di Freedom è arrivata nel cuore della Barbagia, a Tiscali, un luogo unico sia da un punto di vista naturalistico che archeologico: all’interno di una enorme grotta crollata, sulla cima di una montagna, esiste un villaggio di pietra, abitato fin dall’età del bronzo e dove forse alcuni abitanti dell’isola hanno resistito per secoli all’invasione romana. Un sito difficile da raggiungere anche ai giorni nostri e che ha ancora molti segreti da rivelare.

Freedom ripercorrerà la storia dell’uomo che per primo, nel 1910, lo ha scoperto e raccontato al mondo, Ettore Pais. Il servizio, realizzato con il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna, ha visto la collaborazione del Comune di Nuoro, di quello di Dorgali e Oliena e della Soprintendenza dei Beni Culturali delle zona di Cagliari e Nuoro.

E dalla Sardegna, Freedom volerà a Las Vegas, la capitale internazionale del gioco d’azzardo: i suoi enormi hotel-casinò ogni anno ospitano oltre 40 milioni di turisti e producono un giro d’affari di quasi 10 miliardi di dollari all’anno. Un fiume di denaro che negli anni ha attirato non solo i giocatori, ma anche i criminali. Roberto Giacobbo ripercorrerà la storia del più grande rapinatore di Las Vegas, un ex-soldato cubano che a cavallo del 2000 fu capace di colpire cinque dei Casinò più famosi al mondo, una vicenda che ha ispirato il terzo film della trilogia diretta da Steven Soderbergh, “Ocean’s Thirteen”.

Un altro personaggio che ha ispirato libri, film e artisti di tutto il mondo è senza dubbio Vincent van Gogh: Roberto Giacobbo si recherà in Provenza, in Francia, sulle tracce dell’artista “pazzo”, come alcuni lo hanno definito, ma è veramente così? La troupe di Freedom entrerà nel manicomio dove questo artista si fece internare e dove dipinse molti capolavori. Cosa accadde nella maledetta notte in cui Van Gogh restò mutilato a un orecchio? Si parlerà di un patto segreto tra lui e un altro famoso pittore: Paul Gauguin. Perché c’è chi sostiene che potrebbe essere stato proprio il suo amico e collega Gauguin a colpirlo così brutalmente.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes