La Nuova Sardegna

Musica

Lady Day fa tappa a Cagliari, musica e testimonianze contro la violenza di genere

Lady Day fa tappa a Cagliari, musica e testimonianze contro la violenza di genere

Sul palco Mymisses, Bambole di pezza ed Eva Poles. Host della serata Jessica Testa

31 marzo 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Il tour di Lady Day arriva a Cagliari. Una nuova, importante data per il progetto di musica e testimonianze contro la violenza di genere che continua ad ampliare la sua rete. Sabato 1 aprile LADY DAY – Il Concerto si terrà al FABRIK – via Mameli 216 (CA) con un cast tutto al femminile: ad aprire la serata le MYMISSES, a seguire le BAMBOLE DI PEZZA e in chiusura il dj set di EVA POLES (ex Prozac +).

Come sempre, parte dei proventi dello spettacolo serviranno a costituire le Borse Lavoro, un aiuto economico concreto, un primo passo per donne che hanno subito violenza e che hanno la priorità di ricrearsi una vita serena e autonoma. Le Borse Lavoro permettono di creare percorsi personalizzati e remunerati di reinserimento lavorativo per donne seguite dai servizi sociali: l’accoglienza non è un traguardo ma solo il punto di partenza, il lavoro è il primo passo indispensabile per riprendere in mano la propria vita, per riacquisire fiducia in sé e tornare ad avere un ruolo attivo nella comunità.

Cos’è Lady Day? Lady Day nasce dall’esigenza di tenere accesi i riflettori sul tema della violenza di genere. È un progetto che si declina in tante e diverse iniziative, tra le quali una serie di concerti che toccheranno
molte città italiane. Lo scopo del progetto Lady Day è quello di infondere positività alle vittime e rafforzare la loro speranza di un miglioramento, ma anche quella di sensibilizzare continuamente la popolazione su un problema che sembra ancora lontano da una soluzione definitiva.

Lady Day offre l’opportunità di celebrare le donne in modo intelligente e mirato grazie anche al coinvolgimento di una o più Associazioni Onlus (con particolare attenzione a quelle presenti sul territorio), che si battono per la lotta alla violenza. Ogni concerto Lady Day, oltre al prestigioso contributo artistico e umano che offrono le artiste coinvolte, è l’occasione per un confronto e una riflessione su quanto ancora occorre fare riguardo la violenza di genere, che non è solo il femminicidio, ma qualsiasi forma di maltrattamento, minaccia o percosse sulle donne. A moderare la serata sarà la giornalista e musicista Jessica Testa, che dialogherà con sociologhe, psicologhe, giornaliste e responsabili delle Associazioni antiviolenza presenti sul territorio.
Parteciperanno inoltre Emanuela Skulina, sociologa della rete antiviolenza trentina dell’associazione Alba Chiara e di Fondazione Famiglia Materna di Rovereto – che lavora da anni nell'accoglienza di donne in difficoltà e vittime di violenza – e responsabile de Le Formichine di Rovereto, e ancora il Sindaco e l’Assessore alla Cultura del Comune di Marano sul Panaro, il Sindaco e l’Assessore alla Cultura del Comune di Vignola, le responsabili delle Associazioni Antiviolenza territoriali.

Ad anticipare LADY DAY - IL CONCERTO, la mattina del 1 aprile alle 11:00 nella libreria INKENTRO in via Grazia Deledda 51 a Cagliari, si terrà un incontro pubblico gratuito, dal titolo La violenza non è un destino, un modo per sentirsi tutti coinvolti, un momento di confronto e scambio di idee con la cittadinanza su quanto di positivo è già stato fatto per combattere la violenza di genere e quanto ancora è necessario e doveroso fare.

In Primo Piano
Il caso

Siniscola, Giovanni Bomboi dopo gli spari al Consorzio: «Ero esasperato, sono pentito. Non volevo ferire nessuno»

di Sergio Secci
Le nostre iniziative