La Nuova Sardegna

Turismo

Cala Mariolu è la seconda spiaggia più bella del mondo, prima in Europa

di Federico Spano
Cala Mariolu è la seconda spiaggia più bella del mondo, prima in Europa

Le classifiche sono fatte con i giudizi di 1000 esperti di viaggio provenienti da tutto il pianeta

05 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Cala Mariolu è la seconda spiaggia più bella del mondo ed è la prima in Europa, secondo le due classifiche realizzate dal portale The World’s 50 Best Beaches, grazie ai voti di 1000 tra professionisti del viaggio e travel influencer di tutto il pianeta. 

Il Comune di Baunei è nella top 50 mondiale anche con Cala Goloritzè, che è in 19esima posizione. L’unica altra spiaggia italiana inserita tra le migliori 50 è la spiaggia dei Conigli di Lampedusa, Sicilia, al 50esimo posto.

Il sito The World’s 50 Best Beaches propone altre due classifiche, quella delle 50 migliori spiagge del Nord America e quella delle 50 migliori spiagge d’Europa. Anche in questo caso, la Sardegna è ben rappresentata, a partire dalla prima classificata che è proprio Cala Mariolu. Al quinto posto la bellissima Cala Goloritzè, al quindicesimo Capriccioli (Arzachena), al 41esimo Cala Coticcio (Caprera) e al 49esimo La Pelosa di Stintino (che per gli utenti di TripAdvisor è la seconda spiaggia migliore d’Italia). Delle dieci migliori spiagge italiane di questa classifica, ben cinque sono in Sardegna.

«Da sindaco di Baunei sono onorato di questo riconoscimento di rilevanza mondiale, che è di tutti i Baunesi – ha commentato il sindaco di Baunei Stefano Monni -. Allo stesso tempo, sono sempre più convinto che le politiche adottate in questi anni sulla tutela dell’ecosistema, con gli ingressi contingentati, con il presidio dato dai punti di assistenza e vigilanza, siano un elemento imprescindibile per garantire la salvaguardia di un territorio straordinario».

Ecco come viene descritta la regina Cala Mariolu nella scheda pubblicata sul sito: «Sebbene la Sardegna abbia molte spiagge spettacolari, Cala Mariolu si distingue per la sua sorprendente bellezza ovunque ci si giri e per il senso di privacy e avventura che offre. Situata lungo la costa orientale della Sardegna, è accessibile solo in barca o tramite sentieri escursionistici, il che garantisce ai visitatori di sperimentare la bellezza naturale della zona in modo del tutto personale. La piccola insenatura, incorniciata da scogliere frastagliate e da una vegetazione lussureggiante, garantisce ai frequentatori della spiaggia una vista straordinaria da ogni angolazione, sia a terra che in acqua. Molti fanno anche escursioni sulle scogliere circostanti per vedere la spiaggia in tutto il suo splendore e catturare viste mozzafiato dall'alto. Dall'alto, la vista è straordinaria e mostra le diverse sfumature dell'acqua, dallo zaffiro profondo all'acquamarina brillante, che contrastano magnificamente con l'incontaminata spiaggia di ciottoli bianchi sottostante. A Cala Mariolu sono ammesse al massimo 700 persone alla volta, e gli accessi sono strettamente controllati dal personale sul posto».

Mentre questa è a descrizione di Cala Goloritzè: «Creata da una frana nel 1962, Cala Goloritzé in Italia è rinomata per il suggestivo pinnacolo calcareo alto 143 metri che sovrasta la cala. Situata sulla costa orientale della Sardegna, questa spiaggia è accessibile solo attraverso un'escursione a piedi o in barca ed è protetta da norme che impongono a tutte le imbarcazioni di rimanere oltre una corda contrassegnata da boe a 200 metri dalla riva. Questa restrizione conferisce a Cala Goloritzé un'atmosfera incontaminata ed esclusiva. La spiaggia stessa è caratterizzata da una miscela di ciottoli e sabbia, mentre le acque limpide e blu vicino alla riva sono poco profonde, il che la rende ideale per nuotare. Dichiarata monumento naturale negli anni '90, Cala Goloritzé è ben conservata, con un impatto turistico limitato, che la rende incontaminata e tranquilla per i visitatori. A Cala Goloritze sono ammesse al massimo 250 persone per volta ed è necessaria la prenotazione (gratuita) tramite l'app Heart of Sardinia».

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative