Alghero, Lukas Saba condannato a 15 anni e 4 mesi

Lukas Saba con i carabinieri (foto Roberto Gabrielli)

Nel processo con il rito abbreviato il giovane riconosciuto colpevole dell'uccisione dell'amico Alberto Melone

SASSARI. Il diciannovenne Lukas Saba è stato condannato a 15 anni e 4 mesi per omicidio volontario l'uccisione dell'amico Alberto Melone, avvenuta il 5 aprile di un anno fa ad Alghero. Dalla pistola che Saba teneva in mano era partito un colpo che aveva fulminato Melone.

Il processo si è svolto con il rito abbreviato. In una perizia psichiatrica disposta dal Pm, il ragazzo era stato dichiarato semiinfemro mentale. Nonostante questo è arrivata la condanna decisa dal Gup Michele Contini.

Il pm Mario Leo aveva chiesto per l'imputato 16 anni, presente oggi 15 luglio in aula nell'udienza a porte chiuse. Saba è stato condannato inoltre a pagare una provvisionale di 100mila euro per ciascun genitore della vittima, oltre all' interdizione dai pubblici uffici.

La sera dell'omicidio i due ragazzi avevano lasciato il bar dei genitori di Alberto Melone insieme agli amici poi si erano intrattenuti nel monolocale che Saba usava come punto d'appoggio quando faceva tardi: lì era stato esploso un colpo di pistola, l'imputato ha sempre sostenuto che si era trattato di un tragico incidente.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes