Villasimus, nella spiaggia di Campus nascono 63 tartarughe Caretta caretta

La schiusa del nido di tartarughe Caretta caretta sulla spiaggia di Campus a Villasimius (Bulla)

I piccoli, emersi dal nido dove erano state deposte le uova a primi di luglio, hanno percorso energicamente quindici metri e hanno conquistato il mare

VILLASIMIUS. Nella spiaggia di Campus, tre giorni dopo la formazione del craterino che anticipava la schiusa, intorno alle 3,15 del 10 settembre, è iniziata la tanta attesa emersione: 63 hatchlings di tartaruga caretta caretta, dopo aver percorso energicamente circa 15 metri di cammino hanno conquistato naturalmente la via del mare.

Le uova erano state deposte sessantadue giorni fa nella notte tra il 7 e l’8 luglio nella notissima spiaggia nel litorale di Villasimius, nella costa sud orientale. La schiusa è stata assistita dal personale dell’area marina protetta di Capo Carbonara, coordinato dal direttore Fabrizio Atzori, e del centro di recupero del Sinis delle tartarughe e dei mammiferi marini (CReS) con in testa il responsabile della gestione Giorgio Massaro, con il supporto dei ranger della base logistica operativa navale (blon) di Villasimius del corpo forestale e di vigilanza ambientale, guidati dall’ispettore superiore Marcello Rossi, e delle guardie ambientali Sardegna, l’associazione di volontariato di Villasimius presieduta da Lino Cozzuto.

Il nido continuerà ad essere monitorato 24 ore su 24 anche nei prossimi tre giorni.

Soddisfazione per il lieto evento è stata espressa dal sindaco di Villasimius Luca Dessi. Durante l’estate altre due tartarughe caretta caretta hanno nidificato e depositato le uova nella costa sud orientale a Pixina Rei (Muravera), dove il nido è stato occasionalmente scoperto il 24 lugli, e a Cala Pira (Castiadas), l’8 agosto.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes