Silius, festa per i 100 anni di Antonietta Simbula

SILIUS. Grazie ad una grande forza di volontà e all’amore per i suoi figli è’ riuscita a superare diversi acciacchi e raggiungere il traguardo del secolo di vita. Antonietta Simbula, primogenita dei sei figli (4 femmine e 2 maschi) messi al mondo da Eugenia Lallai, casalinga, e Salvatore, sarto, è nata a Silius il 26 maggio 1921, di giovedì, il giorno in cui la chiesa festeggiava la solennità del Corpus Domini. Ha avuto una infanzia e una adolescenza serena. Ha frequentato con profitto le cinque classi della scuola elementare e ha conseguito la licenza con buoni voti. Cosi come i fratelli e la madre ha aiutato il padre in sartoria e imparato i fondamentali del mestiere che però non ha mai esercitato. Si è limitata infatti a cucire gli abiti dei familiari più stretti . La neo centenaria si è sposata dopo un breve fidanzamento con Antonio Furcas, falegname, suo compaesano. Il matrimonio è stato celebrato il 16 giugno 1945, poco più di un mese dopo la conclusione nel teatro europeo della seconda guerra mondiale avvenuta l’8 maggio con la resa dei tedesca, nella chiesa parrocchiale di Silius, dedicata alle sante Felicita e Perpetua, da don Antonio Piga, insigne latinista, che è stato parroco di Silius ininterrottamente per 54 anni, dal 1916 al 1970, lo stesso che l’aveva battezzata il 1 giugno, sei giorni dopo la nascita..Gli sposi, alcuni giorni dopo il matrimonio si sono trasferiti a vivere a Monserrato (Pauli) allora accorpata a Cagliari dopo essere stato comune autonomo dal 1848 al 1928”. La neo centenaria ha messo al mondo 7 figli, 2 femmine e 5 maschi: Maria Luisa ( Marisa 74 anni), Ermelinda (Linda 72), Gian Piero (69), Mariano (67), Alessandro (Sandro 65), Renato (63), Valerio (61). Nel 1955 si sono trasferiti a Pirri. Rimasta vedova nel 2000 per diversi anni ha convissuto con il figlio minore Valerio, e Sandro, uno dei suoi fratelli minori. Dal mese di luglio dello scorso anno è ospite della residenza integrata “Horus” di via Padova a Cagliari, gestita dalla cooperativa sociale “I colori della vita”. La neo centenaria ha già fatto le due dosi della vaccinazione anti Covid 19. Tra i primi, questa mattina ad esternarle gli auguri, dopo i figli, i generi e le nuore, i fratelli Gino (compirà 91 anni il 20 agosto), Piero (compirà 88 anni il 17 dicembre), i 9 nipoti e l’unico pronipote, (il secondo è in arrivo), Antonio Forci, Edoardo Tocco, presidente del consiglio comunale di Cagliari, il sindaco di Silius, don Nicolò Praxolu, il parroco di Silius e Alida Cirina presidente della pro loco di Silius. Antonietta Simbula è la settima siliese dal 1871, l’anno in cui con legge è stata resa obbligatoria l’anagrafe dei comuni, ad aver raggiunto il traguardo del secolo di vita. Gli altri sei, in ordine cronologico sono stati: Stanislao Caredda, tziu Stanillau, (nato 03-02-1891 deceduto 10-06-1995), Mascia Cristina, Tzia Titina (nata 05-02-1902, deceduta 20-10-2003), Virgilio Erriu, tziu Lieddu, (nato 15-02-1908, deceduto 20-04-2008), Maria Lallai, tzia Maria, (nata 01-10-1914, deceduta 15-04-2015), Giovannino Cirina, tziu Giuanni, (nato 12-02-1915, deceduto 13-05-2015), Giuseppa Melis, tzia Peppa (nata 03-10-1915, deceduta 16-02-2021). Allo stato attuale nel paese del Gerrei i più anziani sono: Paolucci Cardia (nato il 18-01-1926) e Antonia Murtas (nata 01-09-1926). (Gian Carlo Bulla)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes