La Nuova Sardegna

Cagliari

L’iniziativa

I futuri capitani e direttori di macchine del Buccari-Marconi a bordo dei mezzi della Guardia di finanza

di Luciano Onnis
I futuri capitani e direttori di macchine del Buccari-Marconi a bordo dei mezzi della Guardia di finanza

La visita al reparto operativo aeronavale di Cagliari in occasione della “Giornata del mare e della cultura marinaresca”

12 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari È stata una visita intensa ed emozionante quella al Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza (Roan) di 100 studenti e 10 insegnanti dell’Istituto Nautico “Buccari – Marconi”, in occasione della “Giornata del mare e della cultura marinaresca”.

A conclusione di un percorso di educazione alla legalità economico-finanziaria in ambiente marittimo tenutosi presso l’aula magna dell’istituto di viale Colombo, sono state organizzate specifiche attività mirate a far trascorrere agli studenti una giornata presso il Reparto delle fiamme gialle di mare, iniziata con la quotidiana cerimonia dall’alzabandiera, il cui significato simbolico è stato illustrato dal tenente colonnello pilota Francesco Corcelli, comandante del Roan di Cagliari, e proseguita con la dimostrazione di impieghi in diversi scenari operativi.

Con visite guidate dagli stessi equipaggi delle Fiamme gialle, gli studenti - futuri capitani, direttori di macchina e addetti alla logistica navale - hanno avuto l’opportunità di approfondire il tipo di attività svolto a mare dalla Guardia di finanza, unica forza di polizia a competenza specifica, attraverso la diretta partecipazione alla vita di bordo di un guardacoste d’altura, di uno costiero e di due motovedette velocissime di recentissima ostruzione, apprezzandone le nuove tecnologie, le capacità operative, nonché la professionalità del personale.

Inoltre sono state effettuate dimostrazioni pratiche da parte dei militari sia del Nucleo sommozzatori del Corpo, attraverso una reale immersione in “acque ristrette” finalizzata alla messa in sicurezza e recupero dal fondale marino di oggetti di grandi dimensioni, sia della Sezione Aerea di Elmas, che ha fatto volare il tecnologico drone quadricottero “Colibrì”, impiegato dal Corpo per monitorare il territorio soprattutto in zone impervie e poco accessibili da terra.

La giornata, sotto gli occhi sognanti ed entusiasti dei giovani studenti, si è conclusa con un approfondimento anche sui complessi aspetti logistici connessi alla gestione di una flotta navale molto differenziata ed articolata, attraverso la dimostrazione dell’impiego del “boatlift” del Corpo, utilizzato per alare, manutenere e varare le unità navali militari, evidenziando l’economicità e l’efficienza del tecnologico sistema. A conferma del fascino che il settore nautico e navale esercita sui giovani sardi, non sono mancate dimostrazioni di apprezzamento da parte degli studenti, anche finalizzate ad una personale futura partecipazione alle selezioni per l’arruolamento nella componente navale del Guardia di Finanza. «In occasione delle coincidenti celebrazioni per i 250 anni dalla fondazione della Guardia di finanza con le medesime modalità – ha annunciato il comandante Corcelli _, il Reparto operativo aeronavale ha esteso la suddetta iniziativa ad altri istituti dell’isola ad indirizzo nautico ed aeronautico, al fine di avvicinare i giovani cittadini alla cultura della legalità e suscitare in loro l’entusiasmo e la passione che li possa avvicinare, anche professionalmente, ad un settore cardine dell’economia sarda».

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative