Tra sdegno, rabbia e bacchettate

La Base: l’ente civico chieda scusa. Pirisi: i fuorilegge sono ben altri

NUORO. Da un lato, c’è chi, come il movimento La base, «esprime tutto il proprio sconcerto» e lo definisce «la spia di un malgoverno che punisce invece che premiare le iniziative positive», dall’altro c’è anche chi, come il consigliere comunale Antonio Pirisi, ricorda di aver segnalato più volte, in consiglio comunale, che a Nuoro c’era un grosso problema legato al verde urbano. «Non abbiamo mai assistito – scrive la coordinatrice nuorese della Base, Alessandra Corrias – a tanta celerità degli operai comunali nell'intervenire contro atti di vandalismo, buche pericolose o barriere architettoniche. Ci auguriamo che il Comune chieda scusa a tutta la cittadinanza per questo atto ignobile, che rimetta a dimora le piante e che si concentri su ciò che è veramente urgente, per il bene di tutti».

Il consigliere comunale Antonio Pirisi, all’assessore Lapia ricorda invece che «irrispettoso e fuorilegge è colui che: fa tagliare gli alberi dai marciapiedi per semplificare i lavori, fa tagliare gli alberi per dare visibilità al cartello vendesi villa, fa tagliare gli alberi per dare visibilità alle vetrine commerciali, fa costruire ecocentri a ridosso delle case, fa istallare le antenne della telefonia mobile nel centro abitato e nei parchi». (v.g.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes