Manuela Mameli canta “Muti forte”

Esce il nuovo singolo della cantante jazz originaria di Triei dedicato alla Sardegna

TRIEI. Manuela Mameli, 33 anni, nota jazz vocalist di Triei che si è esibita in diverse nazioni, fra le quali Russia e Cina, presenta il suo ultimo brano dedicato all’amicizia. Si tratta di “Muti forte” , già trasmesso sui social nel giorno di Natale e ora disponibile su Youtube e sui digital store, supportato dal video realizzato nei luoghi a lei più cari per lavoro, studio e famiglia tra Roma e la sua casa di Triei. «Muti forte, tradotto in italiano chiama ad alta voce – viene spiegato – fa intuire a quale profondità dell’animo si sia voluta calare Manuela Mameli con questo nuovo brano, una potente e coraggiosa prova musicale che scuote i sentimenti e lancia un segnale di vicinanza». La jazz vocalist sottolinea: «Nel momento in cui tutto sembra andare come non vorremmo, avere qualcuno il cui nome possiamo chiamare in nostro aiuto, fa tutta la differenza. Questa canzone vuol essere un inno all’amicizia e all'amore, alla presenza e al desiderio di esserci sempre per sostenere e celebrare chi è importante per noi».

Con decisione ha messo insieme un racconto musicale popolato di vissuti che appartengono a ciascuno e che acuiscono la sete di amicizia, di famiglia, di casa, soprattutto nelle festività natalizie. “Muti forte”è stato lanciato l’8 dicembre nella sua versione in duo piano e voce con Alessio Zucca. Poi a Natale sui canali social con la versione in quartetto con Alessio Zucca al piano, Matteo Marongiu al basso e il fratello di Manuela, Giovanni Mameli, alla batteria, accompagnato al video inedito in attesa che si possano riannodare i fili di un tour europeo e asiatico interrotto dalla pandemia.

La voce di Manuela Mameli ha conquistato il pubblico nei teatri e nei jazz club in cui si è esibita in Cina, Russa, Siberia e Crime, Nei progetti da lei scelti sono incise le coordinate che da sempre ne guidano l’attività: l’attenzione per la musica isolana e l’amore per quello che può e deve continuare a essere. «Gli ultimi lavori discografici – rimarcano dal suo staff – “Is Goccios po sa Nàschida de Gesu Cristu” e Rosa Galana (2020) si sviluppano intorno alla musica tradizionale, ai sentimenti e alla religiosità sarda, tematiche declinate in videoclip che hanno toccato record di visualizzazioni su Youtube. E poi collaborazioni con i musicisti quali Luca Faraone, Kevin Leo, Luigi Lopez, Paolo Carrus, Massimo Satta, Andrea Dall’Olio, Franco Melis, lavori che la candidano come giovane interprete tra le più interessanti del panorama isolano». (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes