nuoro
cronaca

Abusi, blitz sulla 125 a Lotzorai: cantiere stradale sotto sequestro e 4 denunce

Secondo gli inquirenti sbancamenti di terreni a ridosso di uno stagno costiero e lo sradicamento di alberi e della macchia mediterranea in una zona di interesse comunitario sottoposta a vincolo paesaggistico sarebbero stati condotti senza autorizzazione


17 giugno 2022


LOTZORAI. Alberi e macchia mediterranea sdradicati, terreni sbancati a ridosso di uno stagno costiero, in una zona di interesse comunitario e sottoposta a vincolo paesaggistico nella zona di “Insula manna/Su stoargiu” in un cantiere stradale sulla 125 tra Tortolì e Barisardo: su disposizione della Procura della Repubblica del tribunale di Lanusei quattro persone sono state denunciate e il cantiere è stato messo sotto sequestro perché tutti questi lavori condotti in zone pregiate e tutelate sul piano ambientale, secondo gli accertamenti degli inquirenti, sarebbero stati fatti senza autorizzazioni.

L'ispezione, la perquisizione e quindi il sequestro contenuti nel provvedimento emesso dalla Procura sono stati eseguiti oggi 17 giugno nelle prime ore della mattinata dai carabinieri della stazione di Tortolì e del Norm della Compagnia Carabinieri di Lanusei, unitamente a personale dello Squadrone Cacciatori Carabinieri Eliportato di Abbasanta, ai militari della Compagnia carabinieri di Jerzu, al personale del Nucleo Operativo Ecologico di Cagliari, Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cagliari, al Nucleo carabinieri Ispettorato del Lavoro di Nuoro, della Guardia di Finanza della Tenenza di Tortolì-Arbatax e dell’Agenzia Regionale Protezione Ambiente – Dipartimento Territoriale Nuoro – Ogliastra.

I lavori condotti al di fuori, si spiega, delle necessarie autorizzazioni avrebbero "cagionato la distruzione ovvero l’alterazione delle bellezze naturali dei luoghi". Inoltre "Il terreno rimosso - si spiega ancora nella nota -, costituito da materiale di risulta proveniente dal dragaggio dello stagno, veniva trasportato in due siti e successivamente immesso nel ciclo produttivo del calcestruzzo, che verosimilmente a bassa resistenza meccanica, veniva fornito ed impiegato presso il cantiere dei lavori di completamento e costruzione della nuova strada statale 125 “orientale sarda”. lotto 4, stralcio 2°, tronco Tertenia – Tortolì".

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.