La Nuova Sardegna

Nuoro

Lavori pubblici

Nuoro, cantieri aperti per 98 milioni complessivi

di Francesco Pirisi

	Un cantiere aperto a Nuoro (foto di Massimo Locci)
Un cantiere aperto a Nuoro (foto di Massimo Locci)

Da Santu Predu a Preda ‘e Istrada, da viale Costituzione alla Solitudine: tutti gli interventi in corso d’opera

30 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Nuoro «Nuoro si prepara a una stagione di cambiamenti, con interventi che andranno a incidere in positivo sulla qualità della vita, sul decoro urbano e ambientale». Queste le parole del sindaco Andrea Soddu, nel presentare qualche anno addietro i progetti del piano delle periferie. Da poco lo stesso primo cittadino ha confermato: «Nel nostro comune in questo momento sono attivi cantieri per un importo di 98 milioni». Non senza ricordare alle forze politiche presenti in Consiglio che quella mole d’interventi «necessita di un bilancio approvato». Punto non ancora conquistato, ma anzi in dubbio per via di una maggioranza da tempo sfilacciata. Tanti cantieri macinano lavori e alcune opere sono una realtà.

Il piano delle periferie Tra gli interventi conclusi la pista ciclabile, che da viale Sardegna arriva in viale Costituzione. Nel gruppo degli impianti sportivi, la parola fine è stata messa anche per la riqualificazione del campo da calcio della Solitudine. Ha oggi il fondo in sintetico, il primo realizzato in città. Vi si aggiungeranno i nuovi spogliatoi. Sempre per il calcio, in corso il rifacimento del complesso esterno al carcere di Badu ‘e Carros, che il comune ha ricevuto in comodato dal ministero della Giustizia. Due campi da rifare, con fondo in erba sintetica. Da poco l’assessore dei Lavori pubblici, Fabrizio Beccu, ha parlato di «lavori spediti e una chiusura in tempi brevi». Il rifacimento dell’impianto di Preda ‘e Istrada, completerà il programma destinato ai campi da calcio. La realizzazione più importante del piano è quella degli edifici destinati alla sede universitaria. Il “campus”, innanzitutto. Cinque edifici dell’ex artiglieria sono in fase di ristrutturazione. Complessivamente 3mila e 150 metri quadri di spazi. Accoglieranno alloggi, mensa e biblioteca per gli studenti fuori sede. Si tratta del primo lotto, nell’ex area militare di viale Sardegna, dove complessivamente saranno spesi 14 dei 29 milioni del piano delle periferie. Il comune ha già avviato l’iter anche per la progettazione del secondo lotto. E, segnatamente, per la ristrutturazione del “fabbricato 36”, tra via Lucania e viale del Lavoro. Sarà la palazzina di accoglienza. L’altro plesso (quello delle aule e dei laboratori) il programma l’ha collocato a Santu Predu, nei locali dell’ex mulino. Vi saranno investiti 12 milioni.

Piano di rigenerazione urbana Anche in questo caso investimenti a due cifre, dai fondi del Pnrr. L’intervento più sostanzioso è in fase di esecuzione. Riguarda il complesso popolare di Monte Gurtei. Saranno riqualificati 57 alloggi. Stesse cure per le palazzine. Totale della spesa: 7 milioni e 400mila. La viabilità di collegamento è ricompresa in un secondo progetto, da 3milioni e 200mila. In questo caso un intervento che abbraccia anche le strade di servizio dell’area di edilizia popolare di Su Pinu (quartiere di Preda ‘e Istrada. Per la quale sempre il Pnrr ha finanziato 4 milioni e 700mila, per rifare 11 appartamenti Erp. La “rigenerazione urbana” ha poi messo dentro i lavori per migliorare parco urbano di via Olbia, scuola di ceramica e biblioteca di quartiere, mentre nella casa Satta ha fissato una delle officine del sapere.

Edilizia popolare L’opera più importante riguarda sempre la parte alta di Preda ‘e Istrada. Quattro lotti, da 11 alloggi cadauno, sono in esecuzione, per rispondere alle centinaia di richieste di una casa popolare.

Impianti sportivi Conclusa in via Lombardia la prima parte della riqualificazione della piscina, che ha riaperto le porte agli utenti. È stato sostituito l’impianto di areazione e messa a posto la vasca. La spesa 600mila del Pnrr. Sono pronti un milione e 600mila (mutuo Credito sportivo) per rifare gli spogliatoi e i servizi. I cantieri si sono aperti anche nel campo di atletica, nel bocciodromo e nel tennis club del Quadrivio. Lavori per 2 milioni, sempre con mutuo del Credito sportivo. Monte Ortobene. Il progetto generale è “Rimontes”. Consentirà di migliorare gli impianti sportivi di Farcana. Prevista anche la condotta fognaria, dal monte al depuratore cittadino. Con altri fondi gli interventi per la pista ciclabile e il parco Ventura, di Sedda Ortai.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra auto in galleria sulla Nuoro-Lanusei: due feriti gravi

Le nostre iniziative