Parco di Capriccioli: percorsi, passerelle e accessi limitati

Arzachena, passo in avanti per la salvaguardia del lido Il delegato Occhioni: «Servizi ai bagnanti e tutela dell’area»

ARZACHENA. Non solo un percorso salvadune, per preservare l’habitat naturale del promontorio di Capriccioli. L’amministrazione di Roberto Ragnedda valutando l’accesso contingentato alle due spiagge. L’idea è maturata con il nuovo passo avanti per la creazione del parco naturalistico di Capriccioli e di una passerella sul lato est del lido. Nei due progetti il Comune investe oltre un milione di euro.

Accesso limitato. Le due spiagge di sabbia fine, a sud di Porto Cervo, sono lunghe tra i 55 e gli 80 metri e sono separate da un passaggio di scogli in granito. «L’area è molto frequentata in estate – commenta il delegato all’Ambiente, Michele Occhioni –. Inevitabile una destabilizzazione delle formazioni dunari, ecco perché abbiamo ipotizzato un accesso regolamentato e limitato ai due lidi. Stiamo valutando in quale misura consentire gli ingressi già dalla prossima estate».

Parco naturalistico. Lo studio di fattibilità tecnica ed economica del progetto da 800mila euro è stato vinto dalla società Ingegneria Arska srl. Ha praticato un ribasso sull’offerta di oltre il 41%. Il futuro parco naturalistico si inserisce nel più ampio progetto di salvaguardia delle spiagge libere del territorio. L’obiettivo è la tutela e valorizzazione di un’area gioiello di Arzachena che miri a combattere anche l’erosione del litorale. «Il parco – afferma Occhioni –, si inserisce nell’area retrostante le spiagge di Capriccioli e più in generale nella Rete di parchi e verde programmata dall’amministrazione. Gli interventi riguardano percorsi naturalistici mediante la realizzazione di sentieri, passerelle, aree di sosta/relax e sedute. L’installazione di totem multimediali, una cartellonistica per l’educazione ambientale. Il posizionamento di cestini per la raccolta differenziata e di doccette lavapiedi per il recupero di sabbia in prossimità degli accessi alle spiagge di Capriccioli ovest. La pulizia del sottobosco e opere di salvaguardia di zone dal pericolo incendi». I percorsi e le aree attraversate sono caratterizzate da sei temi: ludico, per i più piccoli; sportivo; avventura, caratterizzato da rocce granitiche affioranti per chi pratica le arrampicate. Un percorso marino di avvicinamento al mare e uno subacqueo dedicato a chi ama fare snorkeling e immersioni. «Tra gli obiettivi – sottolinea il delegato –, c’è anche la creazione di un museo subacqueo, con il posizionamento di sculture sul fondale prospiciente la costa allo scopo di promuovere il turismo subacqueo, la conoscenza della biodiversità marina, monitorare e proteggere l’ecosistema».

Passerelle. Il costo dell’opera è di 235mila euro. L’appalto dei servizi è stato affidato alla Mb Engineering snc. Le passerelle in legno sono un intervento salvadune. Da un lato mirano a rendere agevoli gli attuali due percorsi d’accesso, cioè a far defluire l’acqua piovana dell’area parcheggi fino a pochi metri dalla battigia, che in inverno causa allagamenti e solchi nel terreno. Dall’altro lato a facilitare l’accesso pedonale dall’attuale parcheggio sino alle spiagge, garantendo un percorso unico in grado di riqualificare tutto il sistema dunale. «Obiettivo del progetto – conclude Occhioni –, diviso in due lotti, è dunque quello di mantenere in equilibrio la conservazione dell’ambiente naturale con l’inserimento di servizi minimi indispensabili per il comfort dei bagnanti. Col secondo lotto sarà completato il tracciato nella parte interna della pineta con un’altra passerella a terra e altre due fontanelle lavapiedi».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes