Incendio alle porte del paese, assolto funzionario comunale

Ironia della sorte, si stavano eseguendo dei lavori che dovevano aiutare la prevenzione degli incendi. Invece nel luglio del 2007 un rogo si scatenò proprio nel momento in cui erano in corso le...

Ironia della sorte, si stavano eseguendo dei lavori che dovevano aiutare la prevenzione degli incendi. Invece nel luglio del 2007 un rogo si scatenò proprio nel momento in cui erano in corso le operazioni di sfalcio dell’erba nella zona del campo sportivo. L’incendio lambì il paese, ma non ci furono grossi pericoli né gravi danni. Ad ogni modo fu aperta un’inchiesta che ha portato ad un precedente patteggiamento per colui che stava utilizzando la pala meccanica per lo sfalcio dell’erba. A processo – ieri è stato assolto – era finito anche il dipendente dell’Ufficio tecnico comunale Giampaolo Medde. Era accusato di incendio colposo perché i lavori non sarebbero stati eseguiti seguendo tutte le norme di sicurezza. Secondo il pubblico ministero Ivan Sanna meritava la condanna a un anno, ma l’avvocato difensore Pierluigi Meloni ha spiegato che non era lui il funzionario responsabile del procedimento e che Giampaolo Medde non aveva firmato la delibera che autorizzava i lavori. (e.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes