La Nuova Sardegna

Oristano

CABRAS

Mici abbandonati, pessima usanza

Mici abbandonati, pessima usanza

Sos per gattini e altri piccoli animali che vengono lasciati per strada

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CABRAS. Un’usanza che non fa onore. Qualcuno, durante la notte, ha preso il vizio di lasciare per strada gatti e altri animali. Nel mirino degli abbandonatori seriali c‘è però una persona in particolare, un ragazzo che condivide la passione per gli animali con il resto della sua famiglia: «L’altro giorno, davanti al mio terreno – racconta Alberto, socio dell’associazione Anta e dell’Enpa – qualcuno ha abbandonato quattro gattini dentro un trasportino. Erano appena nati e non ho potuto fare altro che portarli a casa nella speranza che qualcuno li adottasse perché da noi, per quanto riguarda gli animali, siamo al completo». I gattini, però, sono ancora a casa di Alberto che nel giro di qualche giorno ha dovuto aggiornare i numeri, e le specie, degli animali a cui concede ospitalità: «Davanti alla porta di casa, una mattina, ho trovato tre tartarughine dentro una confezione di plastica». La “raccolta” degli animali abbandonati è andata avanti fino a ieri: «Altri quattro gattini abbandonati in corso Umberto. Qualcuno li ha gettati per strada come fossero spazzatura», racconta ancora l’animalista che recentemente ha avuto a che fare con un episodio ancora più grave: «Uno dei miei mici è stato avvelenato. Ovviamente non so chi sia il responsabile di questo gesto, dico solo che questi non sono comportamenti degni delle persone civili». In assenza di un gattile, una struttura pubblica in grado di ricoverare i gatti randagi, Alberto ci tiene a precisare un aspetto della vicenda che spesso viene sottovalutato: «Non tutti possono ospitare più animali. Per questo motivo è utile procedere alla sterilizzazione delle bestie. Invece di lasciare i gatti davanti a casa a mia sarebbe bello se qualcuno suonasse il campanello per ottenere spiegazioni su come comportarsi quando si manifesta la necessità di sterilizzare gli animali».

Claudio Zoccheddu

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative