Fermato mentre guida, tasso alcolico sei volte superiore al limite

Automobilista di Masullas sottoposto al test dell'etilometro, il valore era 3,45

MORONGONGIORI. Dall’esame dell’etilometro risultava aveve un tasso alcolemico pari a 3,45 ovvero quasi sei volte superiore a quello consentito per poter guidare. Così i carabinieri di Morgongiori, che lo avevano fermato durante un controllo, hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un operaio di 48 anni residente a Masullas. I militari gli hanno anche ritirato la patente e posto sotto sequestro il motocarro che stava guidando. È solo uno degli interventi risultati nel corso di un servizio coordinato a vasto raggio che ha coinvolto i militari delle Compagnie di Oristano, Mogoro e Ghilarza che si è svolto durante il fine settimana, in tutta l’Alta Marmilla. Sono state controllate 220 persone e 180 autovetture con sei multe elevate per altrettante infrazioni del codice della strada.

Nel corso dei controlli che hanno riguardato anche diciannove esercizi pubblici, i militari sono intervenuti all’interno di un bar di Ales, dove un uomo in evidente stato di ubriachezza stava molestando il personale del locale e gli avventori. Un giovane di Gonnostramatza e tre di Mogoro sono stati poi trovati in possesso, il primo di tre semi di marijuana, gli altri due con quantità variabili da pochi milligrammi di hashisc a meno di 2 grammi e mezzo di marijuana e sono stati segnalati al prefetto. Un sedicenne di Masullas, invece, è stato segnalato alla procura del tribunale dei minorenni, perché sorpreso con in tasca un coltello a serramanico con una lama di 10 centimetri.

I militari hanno inoltre denunciato per furto aggravato e interruzione di pubblico servizio un cittadino marocchino di 27 anni: approfittando della distrazione dell’impiegato dell’ufficio anagrafe di Morgongiori, avrebbe infilato la mano dentro lo sportello per impossessarsi di un bussolotto contenente 8 euro in monete. Durante una perlustrazione, i militari della compagnia di Mogoro hanno poi sorpreso un artigiano edile, S.L. di 48 anni, impegnato a bruciare all’interno di un suo terreno, dei pannelli di polistirolo espanso. L’artigiano è stato denunciato per emissione di gas tossici e gestione non autorizzata di discarica di rifiuti. Un altro artigiano, ma a Pau, è stato invece denunciato perché vicino alla sua abitazione aveva realizzato una piccola discarica abusiva di materiali ferrosi e di alluminio. Infine, un pregiudicato di San Gavino residente a Mogoro, G.P. di 27 anni, sottoposto a la misura di sorveglianza speciale, è stato denunciato perché non trovato nella sua abitazione.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes