La Nuova Sardegna

“Magazzino 18” L’esodo istriano raccontato da Cristicchi

ALGHERO. Simone Cristicchi protagonista domenica della rassegna “Estate e Fertilia”. Per il ciclo di incontri con l'autore, organizzati dalla libreria il Labirinto Mondadori, presenterà nella piazza...

30 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





ALGHERO. Simone Cristicchi protagonista domenica della rassegna “Estate e Fertilia”. Per il ciclo di incontri con l'autore, organizzati dalla libreria il Labirinto Mondadori, presenterà nella piazza centrale di Fertilia il suo libro “Magazzino 18. Storie di italiani esuli d'Istria, Fiume e Dalmazia”. L’appuntamento è alle 21 in Piazza San Marco. Presentazione, con reading, moderata da Vittorio Nonis e anticipata da un intervento di Marisa Brugna dell’associazione che rappresenta gli esuli giuliani e dalmati. Coinvolta nell’organizzazione anche l’associazione dei commercianti di Fertilia.

Montagne di sedie aggrovigliate. Armadi, letti e poi lettere, fotografie, pagelle, diari, reti da pesca. Questi e innumerevoli altri oggetti d'uso quotidiano riposano nel Magazzino 18 del Porto Vecchio di Trieste. Oltre sessant'anni fa tutte queste masserizie furono consegnate al Servizio Esodo dai legittimi proprietari, gli italiani d'Istria, Fiume e Dalmazia, un attimo prima di trasformarsi in esuli: circa trecentocinquantamila persone costrette a evacuare le loro case e abbandonare un'intera regione in seguito al Trattato di pace del 10 febbraio 1947, che consegnò alla Jugoslavia di Tito quel pezzo d'Italia da sempre conteso che abbraccia il mare da Capodistria a Pola.

Elezioni regionali 2024

Video

Il ministro Antonio Tajani a Olbia: «Gallura roccaforte azzurra, esportiamo il modello in Italia»

Le nostre iniziative