Covid, task force della Regione per isolare la variante inglese

Via allo screening sulla popolazione di Bono con lo scopo di individuare la mutazione del virus

La Regione cerca di isolare la variante inglese, e in particolare il focolaio a Bono. Nel paese del Goceano è già scattato il lockdown, ed è partito subito lo screening. Massimo Temussi, commissario straordinario di Ares-Ats, manifesta una certa tranquillità: «Siamo intervenuti subito. In 24 ore avevamo una fotografia del problema che ci ha permesso di congelare la situazione tra Bono e Nuoro, dove sono stati riscontrati gli unici casi di positività alla variante inglese». Nei primi due giorni sono stati fatti 300 tamponi che hanno permesso di accertare la positività di 27 cittadini. Per stabilire se tra loro ci possa essere qualche altro caso di contagio da variante si dovrà attendere l’esito degli esami.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes