L'isola fa il pieno di turisti ma mancano i lavoratori stagionali

Per camerieri, baristi, cuochi e lavapiatti l'impiego durante la stagione turistica non è più una scelta appetibile

OLBIA. Un esercito di camerieri, baristi, aiuto cuochi e lavapiatti sta scomparendo dai radar dell’estate, per loro la stagione turistica non è più la fonte primaria di reddito né l’ideale opportunità di lavoro. Meglio qualunque altra cosa, a cominciare dal reddito di cittadinanza, sottolineano gli esperti. Che mettono sotto accusa anche il sistema della formazione: nel turismo di alto livello è sempre più difficile trovare professionalità adeguate.

Gli articoli di Marco Bittau e Claudio Zoccheddu sul giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes